Le indagini

’Ndrangheta nel Milanese, eseguite 49 misure cautelari: avrebbero ricostruito la locale di Rho - NOMI

VIDEO | Le accuse vanno dal traffico di droga alle estorsioni. Il direttore dell'Anticrimine: «L'agire delle 'ndrine nel nord Italia è ormai un fenomeno endemico»

11
di Redazione
22 novembre 2022
07:08

Sono accusati di avere ricostituito una locale di ‘ndrangheta a Rho, nella provincia di Milano. Per questo motivo, 49 persone sono state arrestate questa mattina dalla polizia del capoluogo lombardo con l’accusa di associazione mafiosa, traffico di droga, estorsione, minacce, violenza privata, incendio, detenzione e porto illegale di armi aggravati dal metodo e dalla finalità mafiosa.

L'indagine della squadra mobile avrebbe svelato la ricostituzione di una struttura territoriale di 'ndrangheta, la locale di Rho, già oggetto dell'indagine Infinito della Dda di Milano nel 2010, da parte del promotore Gaetano Bandiera, condannato in via definitiva per associazione mafiosa, una volta scontata la sua pena.


«L'operazione eseguita oggi testimonia che l'agire mafioso della 'ndrangheta in Nord Italia ha assunto da tempo caratteristiche assolutamente sovrapponibili a quelle che ne caratterizzano l'azione nei territori in cui il fenomeno è endemico», ha spiegato il prefetto Francesco Messina, direttore centrale Anticrimine della polizia di Stato.

«La narrazione, talvolta sostenuta, di una 'ndrangheta evolutasi al punto da abbandonare l'aspetto militare in favore di strategie criminali più sofisticate non è del tutto precisa - ha proseguito Messina -. A Milano la polizia di Stato e la magistratura continuano ad affrontare la minaccia mafiosa ben consapevoli che il contrasto dell'ala militare della ndrangheta deve continuare ancora a lungo e deve essere affiancato da una sistematica aggressione all'accumulo dei patrimoni illeciti, che ne costituiscono la linfa vitale. Peraltro, gli esiti investigativi odierni attestano ancora una volta come sovente la detenzione carceraria non riesca a recidere il legame tra affiliato e struttura mafiosa di appartenenza».

Indagati finiti in carcere
Abdelatik Akachab
Gaetano Bandiera
Cristian Leonardo Bandiera
Antonio Lorenzo Bandiera
Luigi Capitanio
Agazio Cosimo Carioti
Vincenzo Carvelli
Giovanni Castaldi
Domenico Curinga
Francesca Curinga
Gustavo De Angelis
Fabio De Ciechi
Nicola De Cristoforo
Luca De Giorgio
Victor Marino De La Cruz Cuevas
Giuseppe Di Liddo
Said Elhomram
Mouloud El Mansouri
Angelo Fabiani
Rolando Franco
Alessandro Furno
Vito Galati
Marco Galiano
Matteo Galiano
Caterina Giancotti
Marco Giordano
Lorenzo Antonio Guzzo
Barbara Laceranza
Antonio La Torre
Fabrizio Maggioni
Salah Mahaoul
Vito Maisano
Vittorio Marchio
Gianluca Martino
Tiziano Mazza
Onofrio Melito
Matteo Moretti
Franco Moscato
Davide Orlando
Marco Palmabella
Ivano Pipirissa
Antonio Procopio classe 60
Antonio Procopio classe CL 72
Laura Procopio
Antonio Sansotta
Silvano Santini
Franco Serrao
Fernando Sutera

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top