Ampliamento SS106, ritrovati ordigni bellici inesplosi: arrivano gli artificeri

Settantacinque colpi di cannone antiaereo tedesco da 20mm sono stati rinvenuti durante il controllo preventivo dei terreni a Sibari oggetto dei lavori dell'infrastruttura viaria

15
di Vincenzo Alvaro
21 dicembre 2020
15:00
Gli artificieri con le munizioni ritrovate a Sibari
Gli artificieri con le munizioni ritrovate a Sibari

Sul cantiere di ampliamento della Ss106 a Sibari, durante il controllo preventivo dei terreni che saranno attraversati dai lavori di ammodernamento dell'infrastruttura jonica, sono stati rinvenuti numerosi ordigni bellici inesplosi.

La prefettura di Cosenza ha immediatamente disposto l'intervento degli artificieri dell'Esercito che, coadiuvati dalla Croce Rossa Militare e scortati dai Carabinieri, sono intervenuti identificando oltre 75 colpi inesplosi per cannone antiaereo tedesco da 20mm, originariamente posti durante la guerra, forse a protezione dello scalo ferroviario.


I militari della Compagnia Genio del 21° Reggimento Guastatori di Castrovillari, hanno ripulito dal fango, identificato e poi fatto brillare in sicurezza sul posto le munizioni inesplose che risultavano essere molto danneggiate e corrose. Il cantiere potrà ora riprendere i lavori in sicurezza dopo la bonifica del personale specializzato dell'Esercito che si conferma fondamentale per la sicurezza di popolazione e territorio.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top