Andromeda, il processo regge in Cassazione: confermate quasi tutte le condanne

Regge quasi interamente l'impianto accusatorio nell'ambito dell'inchiesta contro la cosca Iannazzo Cannizzaro Daponte di Lamezia Terme

2
di Luana  Costa
29 ottobre 2020
11:02

Conferma quasi totalmente l'impianto accusatorio del processo Andromeda la Corte di Cassazione. Questa mattina è stata depositata la sentenza sui ricorsi presentati da 30 imputati coinvolti nella inchiesta istruita dalla direzione distrettuale antimafia di Catanzaro contro la cosca Iannazzo Cannizzaro Daponte di Lamezia Terme.

Per 26 imputati la Corte di Cassazione ha confermato le condanne emesse in secondo grado.


È stata annullata l'ordinanza e quindi assolto, invece, Alfredo Gagliardi. La Suprema Corte ha disposto l'annullamento con rinvio per Francesco Mascaro condannato in primo e secondo grado a otto anni di reclusione (difeso dall'avvocato Francesco Gambardella). Annullata con rinvio l'ordinanza emessa nei confronti di Vincenzo Torcasio accusato dell'omicidio di Antonio Torcasio e condannato a 30 anni di reclusione in primo grado, pena ridotta a 16 anni in secondo grado (difeso dagli avvocati Francesco Gambardella e Antonio Larussa). Confermata invece l'accusa di associazione mafiosa. Annullata infine la condanna per omicidio nei confronti di Angelo Anzalone, confermata invece quella di associazione mafiosa (difeso dall'avvocato Antonio Larussa).

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio