Arresti a Polistena, il sindaco Tripodi: «Saremo parte civile nel processo»

Il primo cittadino del centro della Piana di Gioia Tauro: «Vicini ai magistrati e ai cittadini vessate a cui esprimiamo tutta la nostra solidarietà»

138
16 giugno 2020
15:04
Il sindaco di Polistena Michele Tripodi
Il sindaco di Polistena Michele Tripodi

«Esprimiamo sostegno all’azione della magistratura e delle forze dell’ordine che in prima mattina a Polistena hanno compiuto un’efficace azione di contrasto alla ndrangheta locale. L’operazione “Libera Fortezza” ha infatti fatto scoperchiato una serie di vessazioni perpetrate da esponenti riconducibili alla cosca Longo-Versace ai danni della comunità onesta di Polistena».

 

Lo afferma il sindaco della cittadina del Reggino, Michele Tripodi. «Dalle prime notizie - aggiunge - si fa riferimento in particolare alla piaga dell’usura usata come metodo mafioso per sottomettere il tessuto imprenditoriale, condizionando in modo irreversibile il destino e la sopravvivenza delle attività economiche. Per tali motivi ci sentiamo vicini alle persone vessate manifestando tutta la nostra solidarietà, porgendo loro un particolare ringraziamento per aver scelto da che parte stare collaborando con la giustizia. In continuità con quanto fatto in passato con l’operazione “Scacco Matto” ed a tutela del buon nome di Polistena, città dove le istituzioni comunali hanno già scelto di difendere il popolo onesto contro la prevaricazione mafiosa, l’Amministrazione comunale annuncia - conclude Tripodi - che sosterrà l’azione dei cittadini onesti e della magistratura, anche processualmente attraverso la costituzione di parte civile nell’instaurando procedimento penale relativo all’operazione di oggi».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio