Caso Sea Watch: «La Calabria pronta ad accogliere i migranti minori»

L’appello del garante per l’infanzia Marziale: «Il Governo viola la Convenzione diritti sui bambini, presenterò esposto all'Onu»

41
di Redazione
28 giugno 2019
09:41
Migranti sulla nave, foto Ansa
Migranti sulla nave, foto Ansa

Continua a far discutere la situazione di stallo in cui versa la Sea Watch, la nave della ong tedesca che ha recuperato in mare 42 migranti e ora ferma davanti al porto di Lampedusa. L’ultimo appello arriva da Antonio Marziale, garante per l'infanzia e l'adolescenza della Regione Calabria che in una nota stampa afferma: «Se la situazione non si sblocca, sono disposto a venire prendere i tre minori a bordo della nave di persona. Gli daremo ospitalità a Reggio Calabra, ne ho già parlato con il sindaco del Comune. Mi appello al Capo dello Stato e al Prefetto affinché quei minori vengano fatti scendere e sono pronto a presentare un esposto all'Onu per violazione delle convenzioni internazionali».

«Ricordo - ha aggiunto Marziale - che la convenzione internazionale sui diritti dei bambini è stata firmata anche dall'Italia. Secondo quest'ultima, i minori hanno diritto di cittadinanza in ogni angolo del mondo. Ritengo grave il fatto che si stia violando la convenzione Onu sui diritti dell'infanzia e nessuno ne parli».

 

LEGGI ANCHE: 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio