Coronavirus Castrovillari, controlli serrati per il rispetto delle misure anti-Covid

Stamane in comune incontro operativo tra l’amministrazione e le forze di polizia alla presenza del sindaco Lo Polito e del neo assessore Ernesto Bello

6
di Vincenzo Alvaro
16 ottobre 2020
13:10
Il tavolo di confronto tra amministrazione e forze dell’ordine
Il tavolo di confronto tra amministrazione e forze dell’ordine

«Una sinergia a servizio e tutela della salute pubblica, che non può fare a meno del buon senso e responsabilità dei cittadini oltre che della capacità indispensabile di chi è preposto a far rispettare le regole».

 

Il comune di Castrovillari con il sindaco, Domenico Lo Polito ed il neo assessore Ernesto Bello ha incontrato stamane i rappresentanti delle forze dell’ordine (polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia municipale) per dare il via ad un giro di vite sui controlli nel pieno rispetto delle normative anticontagio previste nell’ultimo Dcpm della presidenza del consiglio.

 

Monitoraggio per contrastare i contagi 

«Le misure di monitoraggio e di contrasto alla pandemia, che si andranno ad articolare sul nostro territorio, unite all’attenzione e alla cautela da parte di ciascuno, saranno funzionali per dispiegare quella rete di protezione fondamentale per limitare ricadute negative – hanno spiegato gli amministratori castrovillaresi - Se la situazione si manterrà sotto controllo, se non si arriverà a decisioni che comportino forti interdizioni alle attività economiche e agli spostamenti, significa che i comportamenti sono stati rispettosi delle consegne per la vita di ciascuno».

 

La decisione del comune arriva all’indomani del ritorno dei contagi nell’area del Pollino che ieri ha fatto registrare due positivi nella città di Castrovillari ed uno nel vicino comune di Frascineto, per i quali è già in corso l’indagine epidemiologica per provare ad individuare la catena del contagio.

 

Controlli anche sugli autobus

Da oggi – hanno concordato amministratori e forze dell’ordine - «verranno intensificati i controlli in tutti gli esercizi, supermercati, tabacchi e sale scommesse». Inoltre si richiede alle attività bar e ristoranti di rispettare gli orari di chiusura a seconda che abbiano tavoli a sedere o meno.

 

«Alle ore 24.00 tutte le attività devono essere chiuse. Non è consentita l’apertura oltre tale orario anche se vi sono clienti all’interno. Pertanto è buona norma chiudere la cucina ad una certa ora per evitare di violare l’orario di chiusura. Saranno effettuati controlli anche sui pullman, specie quelli che trasportano alunni, per verificare il rispetto della normativa su capienza e distanziamento».

 

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio