Kyterion, rischiano il processo 51 indagati NOMI

La Dda di Catanzaro dopo aver chiuso il cerchio sulla maxi operazione contro i Grande Aracri, che ha dato il via alle inchieste gemelle nel nord Italia, nome in codice Aemilia, ha chiesto il rinvio a giudizio per sodali e affiliati al clan di Cutro

di Gabriella Passariello
27 novembre 2015
08:43

Un nuovo step nell’inchiesta Kyterion, la maxi operazione che ha portato lo scorso gennaio a sgominare sodali e affiliati della cosca di Cutro agli ordini del boss Nicolino Grande Aracri e che ha dato il via alle operazioni gemelle nel nord Italia, nome in codice Aemilia. Il pool dei magistritati della Dda di Catanzaro, i sostituti procuratori Domenico Guarascio e Vincenzo Capomolla, sotto il coordinamento del procuratore aggiunto Giovanni Bombardieri,  ha chiesto il rinvio a giudizio per cinquantuno indagati, dopo aver chiuso il mese scorso hanno su quella che gli investigatori hanno definito la nuova  “provincia” di ‘ndrangheta, capace di dettare leggi  sulle ‘ndrine del Crotonese, del Vibonese, del Lametino e della Sibaritide, con un potere indiscusso su scala nazionale e internazionale. Sugli indagati pendono accuse che vanno a vario titolo dall’ associazione a delinquere di stampo mafioso, al concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione e tentata estorsione, armi, usura, omicidio tentato e consumato, minaccia e violenza privata. Travolti nell’inchiesta tra gli altri Nicolino Grande Aracri, i fratelli Domenico ed Ernesto , accusati anche dell’omicidio del vecchio boss di Cutro Totò Dragone, avvenuto il 10 maggio 2004. Gli ultimi due presunti responsabili del contestuale tentato omicidio di Giovanni Spadafora e Antonio Ciampà, scampati ad uno scontro di fuoco.  Sotto accusa anche imprenditori e avvocati. Tra questi c’è  Benedetto Giovanni Stranieri, legale del foro capitolino accusato di aver avvicinato ambienti giudiziari della Corte di Cassazione per aggiustare processi ad un esponente del clan.

Decine le estorsioni ricostruite dalla Direzione distrettuale Antimafia del capoluogo calabrese e che riguardano i territori di Crotone e Catanzaro, dove la cosca aveva esteso i suoi interessi. Nel mirino soprattutto la gran parte dei villaggi turistici della fascia jonica. Per riciclare il denaro sporco la cosca di Cutro aveva avviato finanche un progetto in Algeria con una polizza fideiussoria di 5 milioni di euro necessaria per la costruzione di un complesso immobiliare di 1.182 alloggi. La cosca Grande Aracri avrebbe avuto a disposizione una montagna di soldi, come emerge da un progetto per ottenere all’estero una “piattaforma” economica garantita apparentemente da una ingente disponibilità economica su un conto corrente di una Banca online riconducibile a Nicolino Grande Aracri. Secondo gli investigatori, attraverso un prestanome, sul conto ci sarebbe stata una disponibilità di 243 milioni di euro. (Gabriella Passariello)


 

I NOMI

Giovanni Abramo, 39 anni, nato a Crotone

Francesco Aiello, 58 anni, nato a Cutro

Giuseppe Altilia, alias Peppe U’ Pisciaru, 50 anni, nato a Botricello

Pasquale Arena, alias “Nasca”, 58 anni, nato a Isola Capo Rizzuto

Giuseppe Caccia, chiamato anche Peppe, 57 anni, nato a Cutro

Giuseppe Celi, 38 anni, nato a Catanzaro

Antonio Colacino, 35 anni, nato a Cutro

Giuseppe Colacino, alias Shampoo, 62 , nato a Cutro

Roberto Corapi, 55 anni, nato a Catanzaro

Rocco Corda, 45 anni, nato a Petilia Policastro

Dario Cristofaro, 53 anni, nato Catanzaro

Alfonso Diletto, 48 anni, nato a Cutro

Michele Diletto, alias Michele U’ Riepolo, 29 anni, nato a Crotone

Pasquale Diletto, alias Pasquale U’ Riepolo, 36 anni, nato a Crotone

Salvatore Diletto, alias Salvatore U’ Riepolo, 25 anni, nato a Crotone

Giovanni Frontera, alias Giovanni A’ Lastra, 41 anni, nato a Cutro

Francesco Gentile, chiamato anche Franco, 56 anni, nato a Isola Capo Rizzuto

Salvatore Gerace, alis U’ Tipografo, 47 anni, nato a Cutro

Antonio Grande Aracri, 55 anni, nato a Cutro

Domenico Grande Aracri, 50 anni, nato a Cutro

Ernesto Grande Aracri, alias Raffaele, alias U’ Massaru, 45 anni, nato a Crotone

Nicolino Grande Aracri, 56anni, nato a Cutro

Angelo Greco, 65 anni, nato a San Mauro Marchesato

Francesco Lamanna, 54 anni, nato a Cutro

Domenico Lazzarini, chiamato anche Mico, alias Pinocchio, 64 anni, nato a Petronà

Giuseppe Lequoque alias Peppe Cannuni, 71 anni,  nato a Isola Capo Rizzuto

Santo Maesano, 57 anni, nato a Isola Capo Rizzuto

Antonio Maletta, 36 anni, nato a Catanzaro

Albano Mannolo, 45 anni, nato a Cutro

Leonardo Mannolo, 27 anni,  nato a Crotone

Luigi Martino, 28 anni, nato a Catanzaro

Vito Martino, 45 anni, nato a Crotone

Francesco Mauro, alias Cinese, 52 anni, nato a Petilia Policastro

Matteo Mazzocca, 29 anni, nato a Catanzaro

Gennaro Mellea, alias Piero, 38 anni, nato a Catanzaro

Giuseppe Migale Ranieri, 37 anni, nato a Cutro

Domenico Nicoscia, alias Mimmo Macchietta, 53 anni, nato a Isola Capo Rizzuto

Esterino Peta, 27 anni,  nato a Catanzaro

Antonio Riillo, 32anni, nato a Isola Capo Rizzuto

Carmine Riillo, 28 anni, nato a Crotone

Carmine Riillo, 38 anni, nato a Crotone

Domenico Riillo, alias U’ Trentino, 56 anni, nato a Isola Capo Rizzuto

Giuseppe Riillo, 34 anni, nato a Crotone

Alfonso Pietro Salerno, alias Fronzo, 60 anni, nato a Cutro

Antonio Salerno,  35 anni, nato a Crotone

Salvatore Scarpino, alias Turuzzo, 50 anni, nato a Cutro

Alex Schicchitano, 29 anni, nato in Brasile

Benedetto Giovanni Stranieri, 52 anni, nato a Salve (Lecce)

Lucia Stranieri, 37 anni,  nato a Tricase

Giuseppe Villirillo, 63 anni, nato a Cutro

Romolo Villirillo, 37 anni, nato a Crotone


 

Stralciata la posizione di Grazia Veloce, 72 anni.

COMMENTI
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top