Convocata la Conferenza dei sindaci cosentini: «Vertici Asp evitano il confronto»

Il presidente Flavio Stasi: «Comportamento intollerabile e senza giustificazioni». Polemiche anche sulla riorganizzazione della rete territoriale sanitaria

6
di Matteo Lauria
11 ottobre 2020
18:43
Flavio Stasi - Presidente della Conferenza dei sindaci Asp di Cosenza
Flavio Stasi - Presidente della Conferenza dei sindaci Asp di Cosenza

Convocata la conferenza dei sindaci dell’Asp di Cosenza per giovedì 15 ottobre prossimo presso la Sala del Consiglio della Provincia di Cosenza, in Piazza XV Marzo a Cosenza. Tra i punti all’ordine del giorno: sostituzione dei membri del Comitato di Rappresentanza a seguito delle elezioni amministrative; il “Piano del Fabbisogno del Personale; Riorganizzazione della Rete Territoriale” e richiesta di convocazione della Commissione Permanente sulla Programmazione Sanitaria Socio-sanitaria e socio-assistenziale.

«Vertici Asp si sottraggono al confronto»

Nella nota di convocazione, il presidente Stasi punta l’indice contro l’attuale governance sanitaria dell’Asp di Cosenza i cui vertici continuano «ad evitare il doveroso e costruttivo confronto preventivo rispetto agli atti che riguardano la programmazione sanitaria e socio-assistenziale, violando quindi i dettami della L.R. 22/96 e, soprattutto, non cogliendo l'opportunità di condividere finalmente le scelte di programmazione sanitaria approfittando delle indicazioni preziose delle autorità sanitarie locali e della loro rappresentanza. Tale comportamento, con l'unica attenuante dello stato particolarmente intricato della organizzazione sanitaria regionale e provinciale (basti pensare al numero di commissari straordinari o facente funzioni che si sono alternati alla guida dell'Azienda di Cosenza), risulta intollerabile dal punto di vista istituzionale e non può essere minimamente giustificato, né formalmente né sostanzialmente, dall'esistenza del Commissariamento d'emergenza regionale. A tal proposito, con delibera n. 837 del 30.09.2020 (allegata)- riferisce Stasi nella nota rivolta ai colleghi sindaci, al commissario per il piano di rientro, al commissario dell’Asp di Cosenza, al presidente della Provincia di Cosenza e all’Anci-  il Commissario Straordinario dott.ssa Bettellini ha approvato un importante ed atteso documento programmatorio dell'Azienda Sanitaria, i cui effetti riguardano l'intero territorio provinciale: il Piano del Fabbisogno del Personale. Così come abbiamo unanimemente sottolineato nel corso della prima Conferenza, infatti, uno dei principali ostacoli per una corretta erogazione dei servizi sanitari lungo il territorio risulta proprio l'insufficienza generale del personale. Proprio alla luce dell'importanza e dell'attesa di tutti i territori rispetto a tale documento, pur ribadendo l'esigenza di confronti preventivi rispetto ad atti programmatori ho avviato una interlocuzione con il Commissario ASP al fine di consentire l'invio di pareri ed indirizzi consultivi rispetto ai contenuti di tale documento, i quali potranno essere recepiti formalmente anche in un secondo momento, entro il mese di Ottobre».

Polemiche sulla riorganizzazione della rete territoriale sanitaria

L’amministratore, inoltre, rileva alcuni aspetti oggetto di polemica politica nei territori negli ultimi mesi: la sospensione della delibera relativa alla riorganizzazione della Rete Territoriale Sanitaria della provincia. Sul punto il «Commissario Bettellini ha inteso incontrare il Comitato di Rappresentanza al fine di precisare che la delibera ASP n. 646 non rappresenta altro che una mera presa d'atto dovuta del DCA 65/2020 e che pertanto la stessa non sarebbe stata esecutiva fino alla adozione degli atti conseguenti da parte del Commissario ad Acta regionale».

 

  

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio