Coronavirus, restano ad Amantea i 13 migranti positivi: «Nessun pericolo per i cittadini»

VIDEO | È quanto emerso durante l'incontro di questa mattina tra gli esponenti della commissione prefettizia e i cittadini, che hanno continuato a protestare in sala

96
di Francesca  Lagatta
13 luglio 2020
12:37

I 13 migranti affetti da coronavirus restano ad Amantea. È quanto emerso durante l'incontro di questa mattina tra gli esponenti della commissione prefettizia e i cittadini, che hanno continuato a protestare in sala.

Nessun pericolo per i cittadini

Non ci sarebbe alcun pericolo per la popolazione. Si è ribadito, infatti, che le strutture che ospitano i ragazzi sbarcati a Roccella Ionica sono idonee. Lo ha stabilito l'esito di due controlli effettuati dagli incaricati dell'Asp di Cosenza. Al momento, lo stabile è monitorato dall'esercito e gli ospiti non hanno alcun contatto con l'esterno.

La maggior parte dei migranti portati ad Amantea è asintomatica, ma da qualche ora alcuni soggetti presentano un leggero stato febbrile. Complessivamente, le condizioni di salute sono buone per tutti. Non è escluso che nei prossimi giorni si possa optare per il trasferimento in altre zone, ma al momento i giovani restano nella cittadina del Tirreno cosentino.

Il medico: «Migranti positivi in buone condizioni»

«Siamo intervenuti sabato sera nell'immediatezza e ieri siamo stati qui tutta la giornata. Abbiamo visitato tutti, e sono tutti in soddisfacenti condizioni di salute. Qualcuno ha dei problemi dermatologici e stiamo attendendo il dermatologo per decidere la terapia del caso». Lo dice Mario Marino, che guida la task force dell'Asp di Cosenza, oggi presente ad Amantea. «Stiamo anche aspettando lo pneumologo e il suo staff - ha detto Marino - e ci sarà poi un incontro con il responsabile della struttura di accoglienza».

 

LEGGI ANCHE:

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio