Cosenza, ripartono i vaccini anti-Covid: dosi anche per gli anziani delle rsa

VIDEO | All'Azienda ospedaliera saranno somministrate mediamente cento dosi al giorno, con precedenza agli operatori dei reparti Covid ed ai soggetti fragili per patologia e anzianità. Intanto il 2021 si è aperto con tre nuove vittime

270
di Salvatore Bruno
2 gennaio 2021
13:15

All'Annunziata di Cosenza, scortate dai carabinieri, nell'ultimo giorno del 2020 sono arrivati 195 lotti del vaccino anti-Covid prodotto dalla Pfizer, per un totale di 4.875 dosi.

Cento dosi al giorno

Dopo il V-day, la somministrazione riprende. 66 gli operatori sottoposti a trattamento nel presidio ospedaliero. A cominciare proprio dal direttore sanitario Francesco Zinno. Il cronoprogramma prevede di vaccinare mediamente cento soggetti al giorno tra il personale del nosocomio che volontariamente deciderà di aderire alla campagna, con precedenza riservata a medici, infermieri e parasanitari più esposti al rischio di contagio e poi alle categorie fragili per patologia e per anzianità.


Anche l'Asp pronta a cominciare

Anche l'Azienda Sanitaria, delegata a vaccinare la popolazione, sta approntando gli ambulatori in cui somministrare il trattamento. Ne sono stati individuati già quattro: la sede Usca di Cosenza, il centro vaccini di Bisignano, l'ospedale Iannelli di Cetraro ed il Giannettasio di Rossano.

Somministrazione a domicilio

La task force poi, sta valutando la possibilità di inoculare il trattamento agli ospiti delle Rsa direttamente all'interno delle strutture di accoglienza.

Prime vittime del 2021

Intanto il coronavirus continua a mietere vittime. In provincia di Cosenza il 2021 si è aperto con tre decessi. A perdere la vita un uomo di 66 anni di Lattarico e due donne: una di 83 anni anch'essa di Lattarico e una di 76 anni di Sant'Agata d'Esaro.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top