Cosenza, spararono contro le vetrine di un bar: arrestati dalla polizia

In manette due giovani pregiudicati di 29 anni individuati dalla squadra mobile al termine di serrate indagini. L'episodio risale al 6 febbraio scorso 

12
di Salvatore Bruno
29 luglio 2020
17:04
Una pattuglia della squadra mobile della Questura di Cosenza
Una pattuglia della squadra mobile della Questura di Cosenza

Sono stati individuati ed arrestati dalla squadra mobile di Cosenza, i due giovani ritenuti responsabili di aver esploso la notte del 6 febbraio scorso, tre colpi di pistola all’indirizzo di un bar tabacchi del centro cittadino.

Pregiudicati in manette

Si tratta di due 29enni gravati da numerosi precedenti di polizia, R.D. e V.M. Su richiesta della procura il gip ne ha disposto la custodia cautelare in carcere. Sono accusati dei reati di porto illegale in luogo pubblico di un’arma comune da sparo, danneggiamento ed esplosione di colpi d’arma da fuoco. L’episodio si è consumato alla presenza di numerosi avventori. Il noto locale, infatti, situato all’angolo tra Via Misasi e Via Miceli, è frequentato anche a tarda ora e rimane aperto al pubblico h24.

Indagini serrate

Gli investigatori, visionando le immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti nella zona, hanno individuato il luogo da cui erano stati esplosi i colpi d’arma da fuoco ed il veicolo, un’autovettura a noleggio, utilizzato dagli autori. La ricostruzione della vicenda ha messo in evidenza anche la spregiudicatezza dei malviventi, incuranti di poter ferire in modo grave o addirittura uccidere qualcuno dei clienti presenti. V.M. è stato catturato lunedì, oggi invece è stato intercettato R.D. che da alcuni giorni si era reso irreperibile, probabilmente per sottrarsi all’arresto.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio