Covid Briatico, 37 casi e intere famiglie contagiate. Il sindaco invita a una: «quarantena scrupolosa»

Una quarantina i casi emersi, tra test rapidi e tamponi. Il primo cittadino Vallone: «Scenario mitigato da isolamenti preventivi. La maggior parte dei positivi è asintomatica»

23
di Giusy D'Angelo
20 febbraio 2021
20:19

Comincia a prendere forma l'entità del contagio da Covid-19 che coinvolge la città del mare. I dati, ancora parziali, riferiscono di una quarantina di casi emersi in parte con test rapido in parte con tampone molecolare (37 positivi al molecolare). Ma l’aspetto degno di nota viene riferito dal sindaco Lidio Vallone: «Grazie alla messa in quarantena tempestiva, avviata con i primi risultati dei test rapidi, e grazie ad un tracciamento capillare, Briatico ha circoscritto con ampio preavviso i positivi evitando ulteriori contagi». E proprio quel preventivo isolamento dei casi, per la maggior parte senza alcun sintomo, sta permettendo alla cittadina di non essere inghiottita dall’emergenza pandemia.

Famiglie intere in isolamento

In cinque casi, il contagio ha coinvolto famiglie intere (nel capoluogo e a San Costantino). Al fine di ridurre al minimo situazioni di assembramento, è stata finanche prorogata la chiusura delle scuole dell’infanzia fino al 26 febbraio. E non solo.


«Quarantena con senso civico»

Il Comune, tramite un avviso pubblico, ha invitato i cittadini a tenere comportamenti virtuosi: «Dalle ultime positività, che purtroppo interessano famiglie al completo, si evince che la quarantena si sta attuando in forma associata ovvero vivendo nella stessa casa e condividendo spazi e oggetti personali». Comportamenti da evitare proprio perché «il contagio è favorito dalla qualità dei rapporti interpersonali che non debbano sussistere». La quarantena, ribadisce il primo cittadino «va seguita con scrupolo e senso civico».

Spesa e farmaci per i nuclei isolati

Nelle scorse ore, anche la parrocchia “San Nicola” è stata sottoposta a sanificazione tramite l’intervento di una ditta specializzata. Ma altre iniziative a sostegno dei nuclei in isolamento sono state messe in campo: «Gli amministratori – conferma il vice-sindaco Mariateresa Centro –sono a disposizione dei cittadini, sia per informazioni che per necessità legate alla quarantena. Anche l’ufficio Reclami quotidianamente accoglie le istanze dei residenti e ci permette di supportare – attraverso il prezioso contributo della Croce rossa – le famiglie». Dalla spesa all’acquisto di farmaci, si cerca di andare incontro alle esigenze dei soggetti in isolamento, «specie per le famiglie uni-personali (composte da una sola persona)». Altresì, grazie all’impegno dell’Azienda sanitaria locale, è stato predisposto un servizio di visite a domicilio per i pazienti bisognosi di cure particolari.

 

 

 

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top