Covid, a Isola Capo Rizzuto tamponi obbligatori per chi rientra da fuori regione

Il sindaco Vittimberga ha emesso un’ordinanza che dispone il test anti-coronavirus a chi torna nella cittadina, da poco uscita dalla zona rossa. Intanto riprende lo screening gratuito avviato dal Comune

46
di Redazione
14 dicembre 2020
19:18

Il sindaco di Isola di Capo Rizzuto, Maria Grazia Vittimberga, stringe i controlli sui rientri nella cittadina in vista delle festività natalizia. È di oggi, infatti, l’ordinanza – annunciata nel corso della riunione della Conferenza di sindaci di venerdì scorso - firmata dal primo cittadino che impone «a chiunque fa ingresso nel territorio di Isola Capo Rizzuto – si legge in una nota dell’ente - di munirsi di un’attestazione di essersi sottoposti, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso in questo comune, a un test molecolare o antigenico».

Test obbligatorio o isolamento fiduciario

Secondo quanto previsto dall’ordinanza sindacale, «in attesa del risultato del test le persone sono sottoposte alla misura dell’isolamento fiduciario presso la dimora o il domicilio dichiarato. Coloro che non intendono sottoporsi al test dovranno osservare la misura dell’isolamento fiduciario per 15 giorni».
Chi si accinge a rientrare a Isola di Capo Rizzuto, dunque, dovrà rispettare le nuove disposizioni e inviare la documentazione che attesta il risultato del tampone per mezzo pec all’indirizzo comune@pec.isolacr.it. Le persone che non eseguiranno il test dovranno comunque far pervenire all’ente la dichiarazione di arrivo in città e attenersi alle regole disposte dal Comune.


Al via lo screening gratuito

Intanto, proprio oggi è ripartito lo screening gratuito avviato dal Comune e riservato agli over 60, ai portatori di handicap, ai commercianti e ai dipendenti delle stesse attività. Il servizio viene effettuato su prenotazione chiamando ai numeri 0962/797953 o 3450843231.
La campagna, che si era resa necessaria a causa dell’esponenziale aumento di casi positivi registrati sul territorio, era stata inizialmente prevista per il 3 dicembre e poi sospesa dopo l’istituzione della zona rossa. La seconda ondata della pandemia ha duramente colpito la cittadina del crotonese, facendo registrare oltre 250 contagi e ben sei morti.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top