Il piano

Covid, anche a Cosenza tamponi salivari a scuola per monitorare l’andamento della pandemia

VIDEO | Lo screening coinvolge gli alunni dell'Istituto Comprensivo Zumbini. Il test è poco invasivo, altamente sensibile e si effettua direttamente a casa. L'iniziativa rientra in un programma nazionale promosso dall'Istituto Superiore di Sanità

91
di Salvatore Bruno
22 ottobre 2021
13:11

Il piano per il monitoraggio della circolazione del Covid 19 nelle scuole, redatto dall'Istituto Superiore di Sanità e promosso dal Ministero della Salute in sinergia con il dicastero dell’Istruzione e la Conferenza delle Regioni, ha l’obiettivo di promuovere la sorveglianza attiva sulla diffusione del coronavirus tra gli alunni, anche quelli asintomatici, attraverso uno screening ripetuto ogni quindici giorni per tutto l’anno scolastico, utilizzando test salivari molecolari, poco invasivi ma sensibili fino al 92% e quindi molto efficaci.

La rete sentinella

In tutta Italia le attività sono condotte su un campione molto significativo di oltre centomila ragazzi, di età compresa tra i 6 ed i 14 anni, frequentanti scuole primarie e secondarie di primo grado costituenti una rete-sentinella e individuate in base a precisi criteri, tra cui la rappresentatività del territorio circostante.


Tampone poco invasivo

Nella città di Cosenza, il programma si svolge nell’Istituto Comprensivo Zumbini diretto da Marietta Iusi. Sono coinvolti duecento alunni dei tre plessi di Via Misasi, Via Milelli e Donnici Inferiore. Il protocollo prevede la consegna del kit per effettuare il tampone salivare direttamente alle famiglie degli alunni. Il prelievo, meno invasivo rispetto al rino-faringeo, si fa in casa a cura dei genitori. Poi le provette vengono riportate in aula e restituite al personale incaricato.

Sinergia con le Usca

I medici dell’Usca, coordinati da Sisto Milito, provvedono al ritiro dei tamponi ed al successivo invio al laboratorio del Pugliese-Ciaccio di Catanzaro per la processazione. Massiccia l’adesione, raccolta su base volontaria. L’avvio del progetto ha coinvolto tutto il personale di segreteria nell’adempimento delle procedure, ed i collaboratori scolastici impegnati soprattutto nella logistica.

Lavoro di squadra

La raccolta dei dati anagrafici dei partecipanti allo screening e le operazioni di distribuzione e ritiro dei tamponi sono state coordinate dal referente Covid e responsabile del plesso di Via Misasi Piero Domenico Martino con il supporto dell’assistente amministrativo Gianfranco Ferraro, e condotte inoltre dalle responsabili dei plessi di Via Milelli Alba Battista e Maria Patrizia Rota, e di quello di Donnici Elena Gagliardi e Laura Aloe.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top