Covid, focolaio in una Rsa nel Cosentino: positivi 30 anziani e 4 operatori sanitari

VIDEO | Sintomi lievi per gli ospiti della casa di riposo di Castrolibero, anche grazie alle dosi di vaccino ricevute nelle scorse settimane. Intanto il distretto Asp di Cosenza riorganizza la rete di somministrazione

352
di Salvatore Bruno
4 maggio 2021
12:00

Il vaccino tiene lontani i sintomi dai trenta anziani positivi al coronavirus ospitati a Villa Flora. Nella casa di riposo di Castrolibero il monitoraggio è costante. Uno dei pazienti è stato anche inviato all'Annunziata per essere sottoposto alla terapia degli anticorpi monoclonali.

Situazione sotto controllo

La situazione per adesso non suscita alcuna preoccupazione anche perché buona parte dei soggetti coinvolti nel focolaio erano stati sottoposti sia alla prima dose del trattamento, sia al richiamo, lo scorso 28 aprile. Altri avevano dovuto invece rinunciare perché in stato febbrile. Riscontrati anche quattro casi positivi tra gli operatori.


Nuovo carico di vaccini

Intanto per domani è atteso un nuovo carico imponente di Pfizer in agiunta alle oltre 24mila giunte la settimana scorsa. Anche per questo l'Asp sta riorganizzando i centri vaccinali per mantenere alta la media giornaliera di somministrazioni. Nel distretto Cosenza-Savuto l'obiettivo è quello di garantire 1.300 iniezioni al giorno.

L'organizzazione dei punti di somministrazione

Nove i punti operativi: quello del capoluogo e quello di Aprigliano resteranno aperti sette giorni su sette con un'agenda pari a 550 inoculazioni. Per tre giorni su sette invece opereranno i centri allestiti a San Giovanni in Fiore, Spezzano Sila, Rovito, Piano Lago, Carolei, Rogliano, Mendicino. Ognuno avrà una disponibilità compresa tra le 200 e le 300 dosi al giorno.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top