Covid Vibo, a Piscopio contagi in aumento: metà della popolazione sottoposta a tampone

VIDEO | Prosegue lo screening sui cittadini. E intanto salgono a 120 i positivi. Tra questi anche dieci bambini

365
di Cristina Iannuzzi
29 dicembre 2020
16:13

Salgono a 120 i positivi al virus nella sola frazione di Piscopio, la maggior parte dei quali sono asintomatici. Tra questi anche dieci bambini. Lo ha riferito il sindaco Maria Limardo nell'odierna seduta del consiglio comunale. Il Covid torna dunque a bussare prepotentemente nelle case dei vibonesi che avevano superato quasi indenni la prima ondata. La provincia di Vibo Valentia, che oggi conta 505 positivi, si conferma quella con il più alto numero di nuovi casi, soprattutto a causa dei focolai di Piscopio e di Fabrizia.

Da stamattina nella frazione di Vibo Valentia è iniziato lo screening a tappeto sulla popolazione entrata in contatto con il centinaio di persone risultate positive al Covid 19. Da ieri e fino al sei gennaio, Piscopio è stata dichiarata zona rossa, assieme a Fabrizia dove i positivi sono 34. In seguito al caos scoppiato ieri mattina al drive in di Vibo Valentia determinato da un corto circuito tra Asp e Comune, da stamattina in piazza San Michele, è stata allestita una nuova postazione della protezione civile. In duecento sono stati sottoposti a tampone. «Tra ieri e oggi abbiamo controllato circa settecento persone» conferma il responsabile regionale della protezione civile Franco Di Leo, sul posto per coadiuvare le operazioni.


Cittadini preoccupati

Lungo le vie del paese si è formato un serpentone di auto. Tra questi anche una coppia di anziani in moto ape. Una loro stretta congiunta è risultata positiva al Covid: «Abbiamo paura anche perché siamo anziani e acciaccati…». Tutti hanno avuto contatti diretti con positivi. La preoccupazione è tanta: «È un momento difficile per Piscopio – conferma un uomo in auto – speriamo di superarlo senza gravi conseguenze». La lista delle persone che devono sottoporsi al test questa volte c’è e viene rispettata. Il Direttore della struttura complessa di Igiene e Sanità Pubblica dell'Asp, Antonio Demonte coordina l’attività. «Oggi la situazione è tranquilla, abbiamo programmato 200 tamponi e altri screening saranno effettuati nei prossimi giorni –prosegue- Dobbiamo monitorare la situazione anche perché il virus ha tempi di incubazione. Ecco perché i test vanno effettuati solo dopo un'attenta valutazione».

Postazione h24

E intanto nella sede del centro anziani adiacente all’ex municipio, è stata allestita una postazione della protezione civile per rispondere alle necessità delle persone. Un servizio raggiungibile anche tramite Whatsapp, al numero 380 2870292. «In questo particolare periodo dove molti anziani sono rimasti soli, noi volontari – dice un giovane in divisa - offriamo il nostro aiuto per acquistare medicinali, piuttosto che per fare la spesa che portiamo direttamente a casa, oppure solo per rispondere a dubbi o domande. La popolazione di Piscopio non è sola» Conclude.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top