Crotone, il Comune si dota del Garante per i diritti dei disabili

VIDEO | La scelta è caduta sull'avvocato Antonio Clausi determinato a rimuovere barriere architettoniche e mentali, promuovere iniziative sportive e realizzare il Progetto individuale

di Francesca Caiazzo
1 ottobre 2021
06:27

Il Comune di Crotone si dota del Garante per i diritti delle persone con diversa abilità. A ricoprire l’incarico è l’avvocato Antonio Clausi, 53 anni, designato nei giorni scorsi con decreto sindacale a seguito di una procedura di evidenza pubblica con la quale è stato richiesto di presentare manifestazione di interesse per la nomina.

Figura innovativa

Sebbene abbia già partecipato a una iniziativa pubblica, in occasione della tappa crotonese del giro d’Italia in moto con ragazzi Down “Route21”, Clausi è stato ufficialmente presentato questa mattina dall’assessore comunale alle Politiche Sociali, Filly Pollinzi. «Si tratta non solo di una figura innovativa per l’ente ma anche una ulteriore conferma del nuovo approccio che si è inteso instaurare in materia di politiche sociali. Una professionalità, quella del garante, che si inserisce pienamente nella attività e negli interventi che stiamo promuovendo» ha detto l’assessore.


Progetto individuale

L’avvocato si è detto onorato della nomina e ha spiegato che il suo lavoro inizierà da subito realizzando «una mappatura dei bisogni perché un tempo le cose venivano calate dall’alto, mentre oggi bisogna capire quali sono le reali esigenze che un territorio particolare come quello crotonese esprime». Questo «rappresenterà lo strumento sul quale calibrare eventuali interventi e programmare le diverse attività».

«Le persone con disabilità non sono tutte uguali» spiega Clausi, ed è per questo che tra i primi obiettivi da realizzare c’è il Progetto individuale «previsto dalla normativa e dallo stesso regolamento che ha istituito la figura del Garante. Significa calare sulla persona un modello che tenga conto delle sue diverse esigenze terapiche, didattiche, di trasporto, di assistenza economica».

Rimuovere le barriere

Tante le barriere architettoniche (e mentali) ancora da abbattere in città: «Il Comune sta già facendo una mappatura, io spero di rimuoverle in breve tempo, ma spesso siamo noi a crearle, parcheggiando nei parcheggi riservati o davanti una rampa per i disabili» ha spiegato Clausi, consapevole del duro percorso che lo aspetta e della necessità di fare rete con associazioni e istituzioni.

Alla presentazione, stamani, ha partecipato anche la referente provinciale del Coni, Francesca Pellegrino, con la quale il Garante ha già interloquito per promuovere iniziative sportive che vedano protagonisti giovani con diversa abilità.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top