In Calabria il distanziamento sui treni non c'è dal 24 luglio ma ora la Regione “valuta”

Lo prevedeva un’ordinanza regionale emanata nei giorni scorsi. Ora alla luce delle ultime disposizioni del ministro della Salute Speranza e del Governo si valuterà la situazione in occasione di una riunione della Conferenza Stato-Regioni

37
di Redazione
3 agosto 2020
15:47
(ansa)
(ansa)

In Calabria il trasporto pubblico locale è tornato a regime normale dal 24 luglio scorso quando la presidente della Regione Jole Santelli ha firmato un'ordinanza, la n.57, nella quale è scritto che "sono garantiti tutti i collegamenti sul territorio regionale su gomma e ferrovia".

Nell'ordinanza, che di fatto derogava l'aspetto del distanziamento sociale, "ferme restando le misure di prevenzione, di igiene e comportamentali già fissate dalle vigenti Ordinanze regionali e dalla normativa nazionale" si puntualizza che "nel territorio regionale sono garantiti tutti i collegamenti attraverso il ripristino del 100% dei servizi di trasporto pubblico locale su gomma; per quanto riguarda il servizio ferroviario regionale: la programmazione dei servizi aumenta rispetto alla programmazione degli stessi attuata fino al 14 giugno 2020, con un valore incrementale fino al 100% dei servizi effettuati nel periodo pre-emergenza, al fine di soddisfare l'accessibilità e le esigenze di spostamento dei lavoratori negli orari di maggior afflusso e dell'utenza con riferimento alle attività consentite dalle disposizioni vigenti; la rimodulazione dell'offerta dei servizi ferroviari e automobilistici verrà costantemente monitorata durante il periodo di attuazione, allo scopo di garantire adeguati livelli di servizio proporzionati alla domanda, anche attesa, e alle necessità di accessibilità dei diversi territori nonché di adeguare immediatamente la programmazione del servizio stesso in caso di necessità".

Alla luce delle ultime disposizioni del ministro della Salute Roberto Speranza e del Governo i quali hanno ribadito, dopo le prese di posizione del Cts in materia di distanziamento, che in tutti i luoghi chiusi aperti al pubblico, compresi i mezzi di trasporto, resta obbligatorio sia il distanziamento sociale di almeno un metro che l'obbligo delle mascherine, si apprende che la Regione Calabria, sta "ponderando la situazione alla luce di questi fatti nuovi anche in coordinamento con le altre Regioni". Argomento che sarà affrontato in occasione di una riunione della Conferenza Stato-Regioni.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio