Indagini proseguono

Duplice omicidio a Castrovillari, arrestato un 56enne: si cercano i complici

I corpi delle vittime, Maurizio Scorza e la compagna Hanene Hedhli, furono trovati all'interno di un'auto in piena campagna. L'uomo sarebbe stato attirato in una trappola. Contestata l'aggravante del metodo mafioso

43
di Redazione
15 novembre 2022
12:06

Un uomo di 56 anni è stato arrestato con l'accusa di concorso, con soggetti allo stato ignoti, in duplice omicidio con l’aggravante della premeditazione, nonché del metodo mafioso e dell’agevolazione mafiosa. Si tratta di Francesco Adduci, accusato del duplice omicidio di Maurizio Scorza e della compagna Hanene Hedhli avvenuto a Castrovillari nell'aprile scorso

L'arresto è stato eseguito dai carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Cosenza e della Compagnia di Cassano allo Ionio, con il coordinamento della Dda di Catanzaro.


La misura cautelare - spiegano gli investigatori - scaturisce dall’ampia attività di indagine sviluppata a partire dal 4 aprile 2022: quella sera i due cadaveri furono rinvenuti in contrada Gammellone, nel comune di Castrovillari. I corpi delle due vittime, dopo essere stati attinti a morte da 14 colpi d’arma da fuoco, erano a bordo di una Mercedes di proprietà di Scorza, in una strada di campagna: la donna sul sedile anteriore lato passeggero e l’uomo nel bagagliaio con un agnello sgozzato.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, Adduci avrebbe fornito il proprio contributo attirando con l’inganno Maurizio Scorza all’interno del proprio podere, dove poi quest’ultimo trovava ad attenderlo i propri sicari. La stessa macabra sorte è spettata anche alla compagna di Maurizio Scorza, testimone inconsapevole del disegno criminoso perpetrato ai danni del compagno. Le indagini proseguono per individuare gli altri responsabili.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top