La sentenza

Gettò olio bollente addosso a un agente nel carcere di Sulmona, un anno e 6 mesi a detenuto calabrese

A seguito del fatto accaduto il 20 giugno 2018 il poliziotto penitenziario fu costretto a un lungo periodo di convalescenza e rimase sfregiato in volto. L'autore del gesto è staato inoltre condannato al pagamento delle spese processuali

4
di Redazione
12 maggio 2022
19:07
Il carcere di Sulmona
Il carcere di Sulmona

Gettò olio bollente addosso ad un poliziotto penitenziario, sfigurandogli il volto, nel carcere di Sulmona: per quell'episodio, che per poco non si trasformò in tragedia, un ergastolano, di origini calabresi, è stato condannato dal Tribunale di Sulmona alla pena di un anno e sei mesi di reclusione e al pagamento delle spese processuali.

Al fatto, accaduto il 20 giugno 2018, assistettero alcuni colleghi del poliziotto aggredito e quattro detenuti che riuscirono a intervenire per evitare il peggio: il detenuto dopo avere colpito l'agente con due litri di olio bollente aveva tentato di dargli fuoco utilizzando un accendino, ma venne bloccato.


L'allora ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, chiamò al telefono l'agente ferito - poi costretto a un lungo periodo di convalescenza - per esprimergli la vicinanza dello Stato, sottolineando che «quanto accaduto non era accettabile perchè chi fa semplicemente il suo mestiere non può essere sottoposto a tanti e continui rischi per la propria incolumità».

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top