Gioia Tauro, ventunenne semina il panico al pronto soccorso: arrestato

L’uomo di origini gambiane ma regolare in Italia ha dato in escandescenze senza apparente motivo, danneggiando la sala d’aspetto e spintonando i medici

92
di Redazione
4 marzo 2020
11:37
Ospedale di Gioia Tauro
Ospedale di Gioia Tauro

Un ventunenne gambiano è stato arrestato ieri mattina a Gioia Tauro, dopo aver dato in escandescenze al pronto soccorso del nosocomio cittadino.

L’uomo, Abdullahi Njie, regolare sul territorio nazionale e già noto alle forze dell’ordine, si era presentato al presidio ospedaliero a causa di un dolore al piede. Dopo aver ricevuto le cure necessarie, senza alcun apparente motivo, ha iniziato a danneggiare l’arredamento presente all’interno della sala d’aspetto ed a spintonare il personale parasanitario intervenuto per calmarlo. Momenti concitati che hanno indotto i sanitari ad allertare il 112.

Sul posto sono giunti tempestivamente gli agenti del Commissariato di Gioia Tauro ed i carabinieri della Stazione di Gioia Tauro. Njie, dopo aver opposto loro resistenza, contrastando anche le regolari operazioni di identificazione, è stato tratto in arresto. I reati a lui imputati sono quelli di danneggiamento aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio, per aver causato la temporanea sospensione delle normali attività del pronto soccorso.


Trattenuto presso la camera di sicurezza della Stazione Carabinieri di Gioia Tauro, è in attesa del giudizio mediante rito direttissimo nella mattinata odierna.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio