’Ndrangheta

Gotha, l’avvocato De Stefano va ai domiciliari dopo cinque anni di carcere

È quanto ha deciso la Corte d'appello di Reggio Calabria. È stata accolta l'istanza degli avvocati difensori per questioni di età e per connesse ragioni di salute

27
di Redazione
28 settembre 2021
21:29
Nel riquadro Giorgio De Stefano
Nel riquadro Giorgio De Stefano

Dopo più di cinque anni di carcere è tornato a casa e va ai domiciliari l'avvocato Giorgio De Stefano, uno dei due principali imputati del maxi-processo "Gotha", condannato in secondo grado a 15 anni e 4 mesi di carcere. Lo ha deciso la Corte d'appello di Reggio Calabria per questioni di età, in quanto ultrasettantenne, e per connesse ragioni di salute accogliendo l'istanza degli avvocati Giovanni De Stefano e Paolo Tommasini.

In attesa della Cassazione, quindi, Giorgio De Stefano continuerà a scontare la sua pena agli arresti domiciliari. Per la Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, gli avvocati Giorgio De Stefano e Paolo Romeo, quest'ultimo a luglio condannato in primo grado a 25 anni di reclusione, sono le due teste pensanti della 'ndrangheta reggina. I pm hanno ha definito De Stefano un soggetto "riservato" della 'ndrangheta e "il motore immobile del sistema criminale" che ha governato Reggio Calabria.


guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top