Macchina in moto

Il maltempo in arrivo in Calabria fa paura, Occhiuto mobilita uomini e mezzi: «Massima prudenza»

Il presidente della Regione in vista dell'allerta gialla e arancione di domani invita cittadini e amministratori a seguire le indicazioni della Protezione civile, già schierata sul territorio e in contatto con i vigili del fuoco (ASCOLTA L'AUDIO)

di Redazione
16 settembre 2022
16:53

Massima attenzione anche da parte della Regione sulla perturbazione che, secondo le previsione meteo, dovrebbe investire anche la Calabria a partire da domani. Piogge, temporali e un crollo delle temperature fino a dodici gradi si porteranno via l'estate. In particolare, per domani è prevista l'allerta gialla per tutta la regione ad eccezione del Tirreno cosentino dove il livello di allerta sarà arancione

«Si tratta ovviamente di previsioni che seppur in via prudenziale e senza destare eccessivi allarmismi, richiedono da parte di tutta la popolazione comportamenti adeguati», scrive in una nota il presidente della Regione, Roberto Occhiuto. Il tutto alla luce anche di quanto successo nelle scorse ore nelle Marche, dove il maltempo ha provocato 9 morti - 4 persone sono ancora disperse e tanti sono gli sfollati.


Nelle Marche - osserva Occhiuto - «nonostante l’allerta diramata dal sistema di Protezione civile di livello ’giallo’, si è manifestato un fenomeno meteo di tipo irregolare e imprevedibile, probabilmente amplificato dal caldo anomalo e dalla siccità degli ultimi mesi. Tali fatti eccezionali impongono a tutti, soprattutto ai sindaci e agli amministratori locali di seguire con particolare attenzione e senso di responsabilità le indicazioni che giungono dal sistema di Protezione Civile regionale, attuando le previsioni contenute nei Piani comunali di Protezione civile che costituiscono il principale strumento di prevenzione per il territorio di riferimento e che devono essere condivisi con la popolazione».

«Allo stesso tempo i cittadini, in caso di fenomeni temporaleschi e piogge particolarmente intensi, devono adottare comportamenti corretti e prudenti. Il sistema di Protezione civile regionale, in coordinamento con il Centro funzionale multirischi di Arpacal - conclude Occhiuto -, è allertato e schierato sul territorio, ed è in contatto con i sindaci e con la Prefettura di Cosenza. Sono state preallertate tutte le associazioni di volontariato iscritte all'albo regionale, ed è stato avviato il contatto operativo con i vigili del fuoco. Calabria Verde sta dislocando mezzi e uomini in alcune zone attenzionate».

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top