Inchiesta Imponimento, lascia il carcere Francesco Conidi

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha annullato l'ordinanza sostituendola con gli arresti domiciliari. Resta confermata l'ipotesi di reato di danno ambientale

228
27 agosto 2020
13:03
La conferenza stampa dell’Inchiesta Imponimento
La conferenza stampa dell’Inchiesta Imponimento

Lascia il carcere per una misura meno afflittiva, Francesco Conidi, 30 anni originario di Lamezia Terme ma residente a Polia nel Vibonese e coinvolto nell'inchiesta denominata Imponimento istruita dalla direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.

 


Questa mattina il Tribunale della Libertà, su istanza avanzata dagli avvocati Eugenio Felice Perrone e Andrea Mazzotta, ha annullato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere per Francesco Conidi, confermata dal Gip in fase di convalida, sostituendola con gli arresti domiciliari. Per il 30enne è caduta l'accusa di associazione mafiosa che gli veniva contestata in concorso con numerosi esponenti delle due locali di 'ndrangheta vibonesi: Anello e Fruci. Resta invece confermata l'ipotesi di reato di danno ambientale. 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top