Inchiesta Waterfront, annullato il sequestro della Terina costruzioni

Ne dà notizia l’avvocato Canzoniere in rappresentanza degli amministratori e dei soci della srl: «Dimostrata la loro estraneità all’indagine»

49
di Redazione
25 luglio 2020
13:06

Il Tribunale della Libertà di Reggio Calabria, accogliendo l’istanza avanzata dall’avvocato Lucio Canzoniere difensore dell’amministratore e dei soci della Terina Costruzioni srl, Samanta Martello e Armando Mazzei, ha annullato il provvedimento di sequestro preventivo eseguito il 28 maggio 2020 dal gip Distrettuale di Reggio Calabria e disposto la restituzione di tutti i della società, delle quote societarie e dei conti correnti bancari e postali alla Martello ed al Mazzei. L'operazione Waterfront fece luce su un sistema di appalti pilotati per agevolare la 'ndrangheta, e in particolare la cosca Piromalli di Gioia Tauro.

 

I due imprenditori hanno evidenziato tramite il loro difensore di fiducia la loro totale estraneità all’indagine in corso e l’insussistenza delle condizioni per addivenire al sequestro, attesa la legittimità dell’intera compagine sociale e dell’attività della Terina Costruzioni srl.

 

Nella stessa udienza, inoltre, i giudici hanno annullato il decreto di sequestro preventivo di tutti i beni della Ditta individuale di Francesco Pileggi, difesa dall’avvocato Tiziana D’Agosto con conseguente restituzione di tutto quanto oggetto di sequestro. Qualche giorno addietro il Riesame aveva revocato la misura cautelare applicata al signor Pietro Pileggi annullando anche il sequestro preventivo con restituzione al medesimo di tutti i beni.

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio