La Dia festeggia trent’anni di indagini e sequestri: istituita nel 1991 per contrastare le mafie

Tra le inchieste più recenti c'è Basso Profilo che ha portato ad arresti tra Catanzaro, Reggio Calabria, Cosenza, Crotone e Roma

30
di Redazione
6 novembre 2021
21:25

Nel 1991 venne istituita la Dia - Direzione Investigativa Antimafia - con il compito istituzionale di espletare una azione di contrasto alle mafie in tutte le loro forme. Da allora donne e uomini specializzati e dotati di alte professionalità, provenienti dai quattro corpi di polizia, ne compongono l'organico. 

Basso Profilo

E grazie all'esperienza maturata sul campo - nei più disparati scenari operativi - che sono possibili operazioni come Basso Profilo messa a segno dalla sezione Dia di Catanzaro culminata ad inizio del 2021 negli arresti effettuati nelle province di Catanzaro, Crotone, Reggio Calabria, Cosenza, Roma e accompagnati da un imponente dispositivo per la perquisizione e il sequestro di aziende, immobili, conti correnti e automezzi nelle medesime province, in territorio nazionale e straniero.


Le indagini

L'azione di contrasto è stata totale: alle intercettazioni telefoniche e ambientali, sono state affiancate indagini bancarie e accertamenti patrimoniali, fino al vaglio delle segnalazioni per operazioni sospette. Primo indicatore del reato di riciclaggio è, infatti, l'autoriciclaggio. Quanto scoperto dagli inquirenti della Dia nell'ambito dell'operazione Basso Profilo - giunta a 21 condanne su 24 posizioni nel processo con rito abbreviato e a giorni inizierà il processo con rito ordinario - ha trovato sbocco anche in un'altra recentissimo operazione della locale di Dia e denominata Brooklyn, dove sono confluite le risultanze di indagine circa lo strutturato sistema della evasione delle imposte perpetrata attraverso la costituzione di società fittizie che avevano l'unico scopo di emettere fatture per operazioni inesistenti, ottenerne il pagamento e retrocedere il denaro alle imprese beneficiarie della frode dietro la corresponsione di parte dell'imponibile indicato nella fattura, affinchè queste ultime potessero ottenere indebiti risparmi d'imposta.

La frode fiscale

Le falle offerte dal diritto societario e il ricorso alle fatture per operazioni inesistenti, più in generale, la frode fiscale apportano benefici e guadagni assimilabili a ben più "rumorosi" delitti quali il traffico internazionale di droga con il vantaggio di incorrere in pene più lievi e a destare meno allarme sociale. Le operazioni della Dia e il supporto fornito nell'ambito di altre inchieste della Dda di Catanzaro, qui si ricordano le ultime Coccodrillo e Brooklyn, sono il frutto di quella sinergia posta alla base della sua stessa istituzione, così come concepita dal compianto dottor Giovanni Falcone.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top