Lamezia, identificato l’autore delle intimidazioni alla Progetto Sud: esclusa la matrice mafiosa

A seguito delle indagini svolte, un pensionato 62enne è stato sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata

2
di Tiziana Bagnato
10 agosto 2021
14:50

Ha 62 anni il presunto autore dei ripetuti danneggiamenti avvenuti ai danni di alcuni dipendenti della sede della Progetto Sud di via dei Bizantini a Lamezia Terme. Nella serata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme hanno sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata G.V., pensionato. Sarebbe stato lui a squarciare più volte le auto di alcuni lavoratori.

Gli eventi avevano destato allarme e suscitato la solidarietà generale nei confronti della “Progetto Sud”, in passato vittima di atti intimidatori proprio nello stabile confiscato alla criminalità organizzata lametina nel quartiere di Capizzaglie.


Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Lamezia Terme, su richiesta della locale Procura della Repubblica, a seguito delle indagini svolte in collaborazione e coordinamento con la Ddd di Catanzaro che, anche mediante attività di natura tecnica e strumenti di osservazione da remoto, hanno consentito di identificare il presunto autore ed escludere, allo stato, la matrice mafiosa dei danneggiamenti.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top