L’iniziativa

Lotta ai tumori: nel Crotonese screening gratuiti in memoria di Francesco, morto a soli 35 anni

Il progetto, finalizzato a diffondere la prevenzione oncologica tra i giovani, è reso possibile grazie alla donazione della famiglia del ragazzo alla Lilt

61
di Redazione
15 ottobre 2021
06:27
La conferenza stampa di presentazione del progetto
La conferenza stampa di presentazione del progetto

Francesco Minarchi oggi avrebbe compiuto 35 anni. Una malattia lunga e dolorosa lo ha portato via a gennaio scorso. I suoi familiari hanno deciso di ricordarlo, nel giorno del suo compleanno, con un messaggio di speranza dedicato alla prevenzione oncologica. L’idea è partita da Lisa, mamma di Francesco e socia dell’associazione provinciale di Crotone della Lilt, Lega italiana per la lotta ai tumori, che insieme alla sua famiglia ha voluto lanciare il messaggio della prevenzione: un invito alle mamme a sottoporre i propri figli a screening periodici in grado di battere sul tempo i tumori.

Il progetto è stato presentato ieri pomeriggio nel corso di una conferenza stampa svoltasi presso la sede della Lega navale, proprio perché Francesco aveva una passione smisurata per il mare, e anche perché la Lni di Crotone, rappresentata in conferenza stampa dal presidente Gianni Liotti, ormai da anni, è al fianco della Lilt per diffondere la prevenzione oncologica tra i giovani. A raccontare l’odissea umana, conclusasi poi con la morte di Francesco, è stata Patrizia Pagliuso, presidente associazione provinciale Lilt Crotone Odv: «Ad 8 anni, per caso, Francesco si sottopone ad una visita oculistica e, dopo una serie di approfondimenti diagnostici, viene scoperta una massa al cervello. Successivamente gli viene diagnosticato un astrocitoma, un tumore del sistema nervoso centrale. La sua sofferenza dura 27 anni, in cui viene operato al cervello per ben cinque volte».


«Ma nella sua vita Francesco - ha spiegato Lisa Carcea, presente insieme al papà di Francesco, Dino Minarchi - segnata da sofferenza e dolore, non si è mai arreso alla malattia. Ha sempre coltivato le sue passioni: il mare, la danza moderna, lo soprannominavano il piccolo Michael Jackson. In certi momenti era lui a dare forza a me». Proprio per questo motivo, per la sua forza d’animo contro l’avversità della malattia, la famiglia di Francesco ha inteso lanciare un messaggio di speranza. «Insieme alla Lilt - ha continuato Pagliuso - ogni anno, in occasione del compleanno di Francesco, dedicheremo una campagna di screening oncologici in onore della sua memoria».

La prima campagna, che partirà nei prossimi giorni, sarà dedicata ai tumori della pelle. Gli screening saranno gratuiti e si terranno in collaborazione con il poliambulatorio Annunziata di Isola Capo Rizzuto.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top