Lotta al caporalato, maxi operazione tra Cosenza e Matera: 60 misure cautelari

VIDEO | Sono accusati di associazione per delinquere finalizzata all’intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro e di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Sequestrate anche 14 aziende agricole

131
di Salvatore Bruno
10 giugno 2020
07:20

È in corso in provincia di Cosenza una maxi operazione condotta dal comando della Guardia di Finanza, con l'ausilio dei reparti di Catanzaro e Crotone.

300 militari impegnati e 52 arresti

Oltre trecento militari stanno dando esecuzione, sul territorio della provincia bruzia e di quella di Matera, a 60 misure cautelari emesse a carico di altrettante persone accusate di associazione per delinquere finalizzata all’intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, fenomeno noto come caporalato, e di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Nel dettaglio sono state arrestate complessivamente 52 persone: 14 delle persone coinvolte sono state portate in carcere ed altre 38 sono finite ai domiciliari. Per altre 8 persone è stato disposto l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.


Nell'ambito dell'operazione denominata Demetra, sequestrate anche 14 aziende agricole, 12  si trovano in Basilicata e due in provincia di Cosenza.

Conferenza stampa

Le ordinanze restrittive sono state emesse dal Gip del tribunale di Castrovillari, Luca Colitta, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica, Flavio Serracchiani. I particolari dell’indagine verranno resi noti nel corso di una conferenza stampa convocata per le ore 10.30 nella sede del comando provinciale della Guardia di Finanza di Cosenza.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio