Magistrati indagati, Gratteri: «Da noi le cose vanno alla grande»

Così il magistrato rispondendo ai giornalisti a margine della conferenza stampa sull’esito dell’operazione ossessione sulla situazione all’interno della Procura di Catanzaro alla luce della notizia dell’indagine di Salerno

528
di Redazione
28 gennaio 2019
14:03
Nicola Gratteri
Nicola Gratteri

«All'interno della mia procura le cose vanno alla grande». Lo ha affermato il procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, parlando con i giornalisti a margine della conferenza stampa sull'esito dell'operazione anti-'ndrangheta "Ossessione". Rispondendo a una domanda sulla situazione all'interno della Procura di Catanzaro, alla luce della notizia, uscita nei giorni scorsi, di un'indagine avviata da parte della Procura di Salerno nei confronti di diversi magistrati del Distretto catanzarese, Gratteri ha detto: «C'è una grande crescita, ci sono giovani colleghi meravigliosi che stanno facendo cose importanti. Senza di loro non potrei fare nulla. Io devo mettere questi giovani magistrati nelle condizioni di lavorare. Quindi - ha sottolineato - c'è grande intesa, grande serenità, grande concordia, all'interno del mio ufficio. Solo per questo - ha concluso Gratteri - posso fare questo operazioni come quella odierna».

 

LEGGI ANCHE:

Bufera sulla giustizia calabrese: indagati 15 magistrati dalla Procura di Salerno

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio