La gara

Migliore Colomba pasquale d’Italia, due pasticcieri calabresi conquistano il podio

Dopo la medaglia d'argento al campionato mondiale del panettone nella categoria "classico", Graziella Errico e Salvatore Pignataro si concedono il bis nel concorso dedicato ad uno dei più tipici dolci di Pasqua

382
di Francesca  Lagatta
7 aprile 2022
22:35
Miglior colomba d’Italia 2022
Miglior colomba d’Italia 2022

A soli cinque mesi dal successo al campionato internazionale per il miglior panettone del mondo, Graziella Errico e Salvatore Pignataro si aggiudicano la medaglia d'argento anche Campionato Italiano di Pasticceria, Gelateria E Cioccolateria, nella categoria "miglior colomba artigianale d'Italia". La gara si è svolta a marzo scorso nell'ambito della Fiera del Tirreno a Marina di Massa, frazione dell'omonima città toscana della provincia di Massa-Carrara. Anche questa volta i due pasticceri calabresi, moglie e marito, hanno partecipato in rappresentanza del Fip, la Federazione Italiana Pasticceria Gelateria e Cioccolateria.

Chi sono Graziella e Salvatore

Graziella Errico e Salvatore Pignataro sono sposati da moltissimi anni e sono genitori di quattro figli. Insieme gestiscono una piccola pasticcera artigianale a Santa Maria del Cedro e da tempo sono iscritti da tempo alla Federazione internazionale pasticceri. Nell'ottobre scorso si erano già aggiudicati la medaglia d'argento al campionato mondiale del panettone ("The best panettone of the world 2021"), categoria "classico", organizzato a Roma dalla Federazione internazionale pasticceri. Il segreto del loro successo, ci avevano detto nell'autunno scorso, è l'amore come ingrediente principale per i loro prodotti.


«Ovviamente - ci aveva confessato Salvatore - in questi anni ci sono stati dei momenti di sconforto, ma io non ho mai mollato perché sapevo di poter contare sulla mia famiglia». In particolare sulla moglie Graziella e sui loro amati figli, che hanno scelto di specializzarsi in altri settori, ma continuano a fare il tifo per mamma e papà. «Finché avrò le forze - dice ancora Salvatore - farò questo mestiere. Potrei riposarmi, certo, ma non riesco a rimanere troppo a lungo lontano dal mio laboratorio». E alla domanda su quanto abbiano contato per lui gli affetti per arrivare al successo, ci aveva risposto: «La mia famiglia per me è tutto».

 

 

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top