Migranti trasferiti in Calabria, Santelli: «Bomba sanitaria del Governo»

La governatrice contesta la decisione di Palazzo Chigi di far giungere dalla Sicilia 50 extracomunitari provenienti dal continente africano: «L'Esecutivo non rispetta i suoi stessi decreti»

di Redazione
27 aprile 2020
13:20
Un recente sbarco in Sicilia (foto Ansa)
Un recente sbarco in Sicilia (foto Ansa)

Cinquanta migranti provenienti dalla Sicilia sarebbero in procinto di essere trasferiti in Calabria. Ne dà notizia la governatrice calabrese Jole Santelli, che contesta la decisione e attacca Palazzo Chigi.
«Evidentemente al Governo dà proprio fastidio che alcune regioni abbiano mantenuto basso il numero dei contagi afferma polemicamente in una nota Santelli -. È di oggi la notizia che il Governo sta mandando in Calabria circa 50 migranti provenienti dalla Sicilia, ignorando in tal modo non solo le ordinanze regionali ma anche i decreti dello stesso Governo che dovrebbero bloccare la mobilità interregionale. Ho già denunciato la settimana scorsa il pericolo che tramite i migranti possa divampare nel sud Italia un nuovo focolaio».

 

La presidente della giunta regionale, quindi, incalza il Governo che «ha l'obbligo morale, prima ancora che politico, di chiudere totalmente i confini agli sbarchi di persone provenienti da paesi come quelli dell'Africa, che hanno dichiarato la pandemia e sono in totale assenza di controlli».
«È una bomba innescata – conclude - di cui il Governo ha consapevolezza e la cui risposta politica non può essere qualche educato balbettio o qualche frase politically correct. Oggi l'Italia ha bisogno di uno scudo protettivo totale».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio