‘Ndrangheta, a Buccinasco sequestrato bar riconducibile ai Papalia

Le attività sono state eseguite dagli agenti della Questura di Milano su disposizione del Tribunale

23 novembre 2017
12:46

Il Tribunale di Milano sezione misure di prevenzione ha disposto il sequestro di beni e conti correnti riconducibili a Giuseppe Grillo, parente di Rocco Papalia, boss della 'ndrangheta di Buccinasco (Milano). In particolare, il provvedimento riguarda beni immobili a Locri intestati a Serafina Papalia (moglie di Rocco) , il bar - caffetteria 'Ecclesia Cafe'' a Buccinasco e il saldo dei rapporti bancari finanziari o assicurativi intestati a Grillo e consorte.

 


Il sequestro è stato eseguito ieri dagli agenti della Questura di Milano. Il bar, si legge nel decreto, "e' formalmente intestato a un terzo ma, sulla base delle risultanze investigative, è da ritenersi riconducibile alla sfera di disponibilità di Giuseppe Grillo, il quale continua in tale modo, ad esercitare l’attività in precedenza svolta con il bar Ritual, colpito da interdittiva antimafia". L'avvio del bar Ritual, precisano i giudici, è avvenuto "in condizioni di sproporzione rispetto ai redditi leciti, tenuto conto che Grillo era detenuto e che la coniuge dichiarava redditi modesti ed incompatibili con un investimento commerciale". (AGI)

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top