‘Ndrangheta, dieci indagati per furti di bestiame nel Crotonese

Concluse le indagini nell’ambito dell’operazione Trigarium eseguita nel luglio scorso. Nel mirino della criminalità, tredici agricoltori e tre aziende

21
di Redazione
30 marzo 2019
08:54
Carabinieri
Carabinieri

Associazione per delinquere finalizzata a furti e ricettazioni: 10 indagati. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Petilia Policastro e quelli della Stazione di Roccabernarda hanno notificato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari, emesso dalla procura di Crotone nell'ambito di uno stralcio dell'operazione "Trigarium", eseguita lo scorso 30 luglio e coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro). Destinatari dieci indagati, di cui cinque già detenuti nell'ambito dell'operazione antimafia. L'operazione, coordinata dalla procura di Crotone, ha evidenziato l'esistenza sul territorio di Roccabernarda di un'associazione per delinquere parallela a quella di tipo mafioso, che, tra luglio e novembre 2014, ha commesso numerosi furti e ricettazioni di bestiame, prodotti e attrezzature agricole, ai danni di tredici agricoltori e tre aziende. Le due associazioni, pur distinte, vedono entrambe a capo Antonio Santo Bagnato.

 

LEGGI ANCHE: ‘Ndrangheta, l’omicidio Castiglione e le pressioni per il controllo di Roccabernarda

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio