Omicidio Castiglione nel Crotonese, chiesto l'ergastolo per i 3 presunti killer

In sei alla sbarra accusati dell'assassinio consumato a Roccabernarda nel maggio 2014. Nell'agguato rimase ferito il fratello della vittima

4
di Luana  Costa
3 marzo 2021
12:20

Ergastolo. Ha avanzato richieste di pena pesanti il sostituto procuratore della Repubblica di Catanzaro, Paolo Sirleo, nell'ambito del procedimento che si sta svolgendo dinnanzi alla Corte d'Assise del capoluogo di regione e scaturito da una inchiesta istruita dalla direzione distrettuale antimafia, Trigarium. I clan di Roccabernanda, nel corotonese, erano finiti nel mirino della Procura che attraverso quelle indagini erano riusciti ad attribuire anche un nome ai presunti autori dell'omicidio di Rocco Castiglione e del tentato omicidio del fratello Raffaele, consumatosi nel maggio del 2014. 

Alla sbarra

Dinnanzi alla Corte d'Assise di Catanzaro si sta svolgendo infatti il processo che vede alla sbarra Antonio Bagnato, Antonio Marrazzo, Antonio Cianflone, Domenico Iacquinta, Michele Marrazzo e Gianluca Lonetto; tutti accusati a vario titolo dell'omicidio di Rocco Castiglione e del tentato omicidio del fratello.


Le richieste di pena

Questa mattina al termine della requisitoria, il sostituto procuratore, Paolo Sirleo, ha chiesto l'ergastolo per Antonio Bagnato, per Antonio Marrazzo e per Antonio Cianflone. Avanzata invece una richiesta di pena a 24 anni di reclusione per Michele Marrazzo e a 13 anni di reclusione per Domenico Iacquinta. Chiesta l'assoluzione invece per Gianluca Lonetto.

 

Prossima udienza

L'udienza è stata rinviata al 17 di marzo per le discussioni delle difese rappresentate dagli avvocati Antonio Lomonaco, Sergio Rotundo, Romualdo Truncé, Luca Cianferoni e Francesco Calzoni. 

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top