Provinciale Sibaritide-Cosenza, i fondi per il completamento non ci sono

VIDEO | A breve la consegna del lotto da Tarsia a Terranova, ma non c'è la copertura finanziaria per arrivare fino a Sibari

6
di Matteo Lauria
4 novembre 2020
13:00

Sono trascorsi dieci anni dall’aggiudicazione dell’appalto e il progetto di adeguamento e ammodernamento del tratto della ex statale 19 tra lo svincolo A3 di Tarsia-Diga-Terranova soffre delle solite lungaggini della burocrazia tutta in salsa italiana. Un’arteria di fondamentale importanza che accorcia le distanze e facilita i tempi di percorrenza tra l’area della Sibaritide il capoluogo bruzio.

 

Era il 2010 quando venivano aggiudicati i lavori all’Ati Consorzio Stabile Olimpia Lungarni Spa. Ad oggi è stata realizzata la galleria Cozzo Castello e il viadotto Diga di Tarsia, ma i problemi di contenziosi non rendono possibile l’accesso al transito.

Prossima la consegna della Tarsia-Terranova

Nel frattempo si sta lavorando sul secondo lotto della Sibari-Cosenza, nel tratto di strada provinciale che va dalla galleria della Diga allo svincolo per Terranova da Sibari, raccordo con la S.S.106 bis, per un importo di 11.187.000,00 euro circa.

 

L’opera dovrebbe essere consegnata in 730 giorni. «Su quest’intervento – afferma il presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci – siamo a buon punto ed è prossima a consegna dei lavori. Ma poi si pone il problema della intercettazione di nuovi finanziamenti per la realizzazione del terzo lotto che collega lo svincolo di Terranova con la statale 106 jonica».

 

Lo stesso presidente Iacucci ammette e conferma la drammaticità dei tempi lunghi nella esecuzione delle opere. «Occorre snellire, semplificare e accelerare. In Italia è più facile avere le risorse, mentre è più difficile spenderle».    

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio