Processo Rinascita-Scott, due difensori ricusano il gup Claudio Paris

La decisione degli avvocati è arrivata dopo che il giudice ha rigettato la loro richiesta di astensione nei suoi confronti. Ora sarà la Corte d'Appello di Catanzaro a decidere sulla ricusazione 

5
di Redazione
12 settembre 2020
20:14
L’udienza preliminare nell’aula bunker di Rebibbia
L’udienza preliminare nell’aula bunker di Rebibbia

Due avvocati del collegio difensivo degli imputati nel processo Rinascita-Scott contro le cosche di ‘ndrangheta del Vibonese hanno ricusato il gup di Catanzaro Claudio Paris che deve decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio. Sarà ora la Corte d’Appello di Catanzaro a dovere decidere sulla richiesta di ricusazione.

 

Nel corso dell’udienza di oggi, il collegio difensivo ha presentato una serie di eccezioni. In particolare gli avvocati Sergio Rotundo e Salvatore Staiano hanno presentato al gup una richiesta di astensione basata sul fatto che lo stesso Paris, nel corso delle indagini preliminari, ha svolto le funzioni di gip disponendo la riapertura delle indagini sull’omicidio di Alfredo Cracolici, a capo dell’omonimo clan di Maierato, ucciso l’8 febbraio 2002 a Vallelonga ad opera, secondo l’accusa, di Antonio Ierullo (difeso da Rotundo e Staiano) e Domenico Bonavota, nell’ambito di una strategia espansionistica della cosca Bonavota. Il gup ha rigettato la richiesta di astensione e gli avvocati lo hanno ricusato. La prossima udienza è in programma lunedì prossimo.

 

LEGGI ANCHE:

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio