Reggio, in un immobile confiscato la nuova sede del nucleo di polizia penitenziaria

Il reparto verrà ospitato dall’ufficio distrettuale di esecuzione penale esterna e comporterà un risparmio di 60 mila euro

22
16 maggio 2019
19:58

«Il nucleo di polizia penitenziaria sarà ospitato dall’ufficio distrettuale di esecuzione penale esterna di Reggio Calabria». A darne la notizia è Bruno Fortugno, presidente del coordinamento territoriale della polizia penitenziaria reggina, entusiasta del primato toccato alla città dello Stretto. «All’interno di un immobile confiscato alla ‘ndrangheta ed assegnata all’ufficio distrettuale di esecuzione penale esterna - ha dichiarato Fortugno - sarà ospitato anche il nucleo della penitenziaria, chiamato a svolgere i nuovi compiti sulle misure alternative assegnati al corpo con apposito decreto ministeriale del 2017. Si tratta del primo caso in Italia di questa assegnazione che produrrà un risparmio economico di circa 60 mila euro».

 


A dirigere il nucleo della polizia penitenziaria sarà un appartenente al ruolo dei commissari dello stesso Corpo, che coordinerà il reparto per lo svolgimento dei servizi istituzionali in conformità al nuovo modello operativo del servizio delle traduzioni e dei piantonamenti adottati dall’amministrazione penitenziaria. «Il nucleo – conclude Fortugno - oltre a collaborare allo svolgimento dei compiti istituzionali dello stesso ufficio distrettuale di esecuzione penale Eesterna, gestirà anche il servizio di vigilanza armata per la sicurezza della sede e la ricezione dell’utenza».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio