Rinascita Scott, la Camera penale di Cosenza: «No a gogne mediatiche»

Il direttivo: «La sentenza sarà scritta da giudici terzi, autonomi ed indipendenti a conclusione del processo»

62
27 dicembre 2019
15:43
Il tribunale di Cosenza
Il tribunale di Cosenza

«Il direttivo della Camera penale “Avvocato Fausto Gullo” di Cosenza, in relazione alla recente indagine della Dda di Catanzaro, esprime piena fiducia nell’attività svolta dall’Autorità giudiziaria, ma, nel contempo, esprime piena solidarietà umana e professionale ai colleghi coinvolti nell’indagine, nella certezza che sapranno dimostrare la loro assoluta innocenza rispetto ai fatti che vengono loro contestati». Così un comunicato del direttivo della Camera penale di Cosenza.

«Il Direttivo – prosegue la nota - non può, però, sottacere come la gogna mediatica e la spettacolarizzazione dei fatti giudiziari possano creare “sentenze anticipate” sui mezzi d’informazione e non formate correttamente nelle sedi proprie delle aule di giustizia. Tutto ciò in pieno contrasto con il principio di non colpevolezza sancito, riconosciuto e tutelato nella nostra Carta Costituzionale. La sentenza sarà scritta da Giudici terzi, autonomi ed indipendenti a conclusione del processo, celebrato nel contraddittorio tra le parti».

Il direttivo ricorda che «la cultura giuridica tutela il cittadino indagato, al quale riconosce l’essenziale ed indispensabile diritto di difesa, contro ogni forma di barbarie, inciviltà e incultura del giustizialismo massimalista». Il direttivo ha infine riaffermato «la nobiltà, l’attualità e la necessità dei principi di civiltà giuridica richiamati, nella certezza che il rispetto degli stessi dovrà sempre caratterizzare l’operato di tutti i protagonisti delle vicende giudiziarie».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio