Rinascita-Scott, il sindaco di Mileto scrive a Gratteri: «Qui il maxi-processo»

Giordano avanza la sua proposta al procuratore di Catanzaro. Il Comune possiede un carcere mai entrato in funzione: «Potrebbe essere trasformato in aula bunker»

54
di Redazione
20 giugno 2020
16:00
Il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri
Il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri

Il sindaco di Mileto, Salvatore Fortunato Giordano, ha scritto al procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, per proporre l'idea relativa alla «realizzazione di un'aula bunker per il processo relativo all'inchiesta Rinascita-Scott», in cui sono indagate 479 persone.

 

«Il Comune di Mileto – ha affermato il sindaco Giordano – è proprietario di una vasta costruzione a ridosso del centro abitato, ma in una zona ampia e priva di abitazioni private, ove negli anni era stata costruita una struttura carceraria mai entrata in funzione. La struttura è dotata di mura di cinta molto alte. È in cemento armato ed abbastanza grande da poter contenere un'aula di Tribunale con uffici annessi, disponendo di spazi che, se adeguati, potrebbero rispondere alle esigenze di sicurezza».

 

In considerazione del fatto che «il Palamaiata di Vibo Valentia non è struttura ritenuta idonea allo scopo», Giordano ha segnalato «questa costruzione pubblica, purtroppo fonte di sperpero di danaro, che potrebbe essere riadattata allo scopo».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio