«Aveva a cuore il bene di tutti»: la Calabria ricorda il maresciallo Azzolina

VIDEO | Il militare fu ucciso la notte del 17 giugno 1996 da due malviventi sorpresi a rubare dei pezzi di una moto Ape. Oggi la cerimonia di commemorazione in località Ponte Crasta a Sant’Eufemia d’Aspromonte

22
di Francesco Altomonte
20 giugno 2019
13:52

La corona d’alloro deposta sotta targa che ricorda il suo sacrificio, l’onore ai caduti suonato in sottofondo e le lacrime dei suoi familiari. L’Arma dei carabinieri ha ricordato anche quest’anno il maresciallo capo Pasquale Azzolina, comandante della stazione di Sant’Eufemia d’Aspromonte, insignito della medaglia di bronzo al valore militare, ucciso la notte del 17 giugno 1996 da due giovani balordi sorpresi a rubare dei pezzi di una moto Ape. Alla cerimonia di commemorazione, celebrata in località Ponte Crasta nella cittadina aspromontana, erano presenti la moglie di Azzolina, Marianna Candela e le sue figlie Angela a Vanessa, oltre alle più alte autorità militari della provincia.


«Voglio ringraziare a nome della mia famiglia – ha detto Angela Azzolina, una delle tre figlie del maresciallo capo – per la possibilità di ricordare mio padre. Un fiero militare, una persona buona e speciale che aveva a cuore il bene di tutti. Vorrei dire ai calabresi di avere fiducia nelle forze dell’ordine, qui come altrove questo legame è molto importante. Il ricordo che serbo di mio padre è nel mio cuore e il suo esempio è stato importante per me e le mie sorelle».


Il comandante provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria, il colonnello Giuseppe Battaglia, spiega l’importanza del ricordo, la necessità di rendere omaggio alla memoria e al sacrificio di Azzolina e degli altri militari caduti.
«Giornate come queste sono importantissime – ha dichiarato l’ufficiale – non solo per l’Arma, ma per lo Stato e i cittadini. Quando andiamo via ogni anno da Sant’Eufemia e da tutti i luoghi dove ricordiamo i nostri caduti lo facciamo con rinnovato entusiasmo».


E anche la comunità di Sant’Eufemia d’Aspromonte continua a tenere vivo il ricordo del maresciallo Azzolina, nonostante i 23 anni passati dal suo omicidio.
«Come amministrazione comunale – ha affermato il sindaco di Sant’Eufemia Domenico Creazzo – siamo alla sesta edizione della “giornata della riconoscenza”, abbiamo istituzionalizzato questo giorno per dimostrare la riconoscenza nei confronti del comandante Azzolina da parte della nostra comunità e della Calabria».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio