I controlli del territorio

Sequestrate oltre 400 piante di marijuana nel Reggino: indagini per risalire ai responsabili

I carabinieri hanno scovato nelle aree più impervie del Parco Nazionale dell'Aspromonte anche una struttura costruita artigianalmente adibita ad "essiccatoio"

8
di Redazione
12 ottobre 2022
17:28

I carabinieri della compagnia di Melito di Porto Salvo e dello Squadrone Eliportato Cacciatori "Calabria", nell'ambito di attività di controllo del territorio nelle aree più impervie del Parco Nazionale dell'Aspromonte, hanno rinvenuto nei giorni scorsi, in Contrada Scala di Roghudi, una piantagione di marijuana composta da circa 400 piante, alte tra i 100 e i 130 cm, con relativo sistema di irrigazione.

Estese le ricerche anche nelle immediate adiacenze, i militari hanno scovato anche una struttura costruita artigianalmente adibita ad "essiccatoio" per la sostanza stupefacente con all'interno circa 7 chili di marijuana pronta per essere venduta oltre che la presenza di una fototrappola ad infrarossi appositamente installata dai malviventi al fine di controllare gli accessi al sito.


Le piante, su disposizione dell'Autorità Giudiziaria, sono state distrutte sul posto dai Carabinieri, previa campionatura per i successivi accertamenti qualitativi e quantitativi.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top