Sequestro piazza Bilotti a Cosenza, ecco i primi risultati della perizia disposta dal Comune

La SismLab, incaricata dall'amministrazione di verificarne la stabilità, certifica la conformità delle opere in calcestruzzo armato. Il sindaco esulta: «Ora il Gip operi il dissequestro parziale»

36
di Salvatore Bruno
4 dicembre 2020
23:09
I tecnici incaricati di effettuare la perizia a Piazza Bilotti nei mesi scorsi
I tecnici incaricati di effettuare la perizia a Piazza Bilotti nei mesi scorsi

La SismLab, lo spin-off dell’Università della Calabria incaricato dal Comune di Cosenza di effettuare una perizia tecnica sulla stabilità di Piazza Bilotti, ha consegnato una prima relazione relativa alla consistenza delle opere in calcestruzzo armato, mentre ancora si attende il responso in merito alle travi in acciaio sovrastanti l’area del Museo Multimediale. A darne notizia è il sindaco Mario Occhiuto.

Materiali conformi al progetto

I rilievi, sottolinea il primo cittadino «evidenziano l'assoluta sicurezza delle opere in calcestruzzo armato e di tutti gli spazi della piazza, residui rispetto all'area museale. Dalla rigorosa verifica di profilo tecnico-scientifico emerge che per le strutture in calcestruzzo i valori di resistenza dei materiali sono di gran lunga superiori a quelli di progetto».


L’ipotesi della Procura

Come si ricorderà il Gip distrettuale di Catanzaro aveva disposto nello scorso mese di aprile il sequestro dell’opera sulla scorta dell’inchiesta condotta dalla Procura sul mancato rispetto delle procedure di collaudo e sulla scarsa qualità delle saldature relative proprio alle travi metalliche esposte al rischio del fenomeno della risonanza in caso di particolari sollecitazioni dinamiche. Tra gli indagati figura lo stesso Mario Occhiuto, oltre all’imprenditore Ottavio Barbieri, titolare della Barbieri Costruzioni, la società capogruppo dell’Ati aggiudicataria dell’appalto.

Il Gip disponga il dissequestro

Sulla scorta della perizia della SismLab, l’amministrazione tramite l’avvocato Nicola Carratelli, ha chiesto al Gip di voler disporre il dissequestro parziale della superficie calpestabile, del parcheggio multipiano e dello spazio interrato destinato alla ristorazione. «Vogliamo restituire l'utilizzo in sicurezza di gran parte della piazza ai cittadini e alla zona centrale della città, le cui attività commerciali – afferma Mario Occhiuto - sempre più in sofferenza in questo periodo di emergenza sanitaria, saranno di nuovo servite dal più ampio e comodo parcheggio di Cosenza».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top