Una croce con le sigarette che fumava Mario. Ancora un'intimidazione alla famiglia Congiusta

Il rinvenimento davanti al pianerottolo di casa. Solo ieri il tumulo di terra trovato davanti all'attività di famiglia. La vicinanza di Libera

9
di Ilario  Balì
19 settembre 2018
15:29

Tre sigarette incrociate, della stessa marca di quelle solitamente usate da Mario. A pochi giorni dalla macabra intimidazione alla famiglia dell’imprenditore sidernese Gianluca Congiusta, arriva un altro inquietante messaggio sinistro: tre sigarette intere poggiate accuratamente davanti al pianerottolo di casa, come a simboleggiare una croce. Il fatto è avvenuto stanotte, subito denunciato alla Polizia dai familiari del giovane assassinato a Siderno nel 2005 e il cui delitto è rimasto ancora senza un colpevole. Ieri la scientifica ha effettuato un sopralluogo a caccia di elementi utili. Al vaglio degli investigatori anche le immagini di videosorveglianza.

«I soliti ignoti-noti sappiano che i Congiusta non sono soli» è il commento di don Pino Demasi, referente pianigiano di Libera. Ferma condanna è giunta anche dal movimento Reggio Non Tace e dal sindaco di Cinquefrondi Michele Conia.

 

LEGGI ANCHE: Siderno, macabra intimidazione ai danni della famiglia di Gianluca Congiusta

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio