Il porto di Catanzaro rimane sotto sequestro, il Riesame rigetta il ricorso

L'indagine aveva riguardato false attestazioni di conformità dei pontili. Indagati tecnici comunali e i titolari della società aggiuducataria dell'appalto

22
di Luana  Costa
18 settembre 2019
16:39
Il porto di Catanzaro
Il porto di Catanzaro

Rimangono sotto sequestro i 38 pontili, su 40 complessivi, installati dalla ditta Navylos, aggiudicataria dell'appalto bandito dal Comune di Catanzaro e sequestrati lo scorso luglio dal gip dal Tribunale di Catanzaro, Pietro Carè. Il tribunale del Riesame ha infatti rigettato la richiesta di dissequestro avanzata dai legali di Roul Mellea. Nell'indagine, scattate dalle denunce presentate da Antonio Macrina, erano rimasti coinvolti Matteo Andreacchio, Maurizio Benvenuto, Giuseppe De Angelis, Roul Mellea e Pierpaolo Pullano.

 


Secondo la ricostruzione della Procura De Angelis, quale collaudatore nominato dal comune di Catanzaro, in concorso con Mellea, quale legale rappresentate della ditta Navylos, e Andreacchio, quale direttore dei lavori, accertava il collaudo tecnico amministrativo dei pontili nello specchio d'acqua del porto di Catanzaro dichiarando falsamente nel verbale di collaudo di aver esaminato la documentazione pervenuta dalla ditta esaminatrice.

 

Luana Costa

 

LEGGI ANCHE:

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio