«Massoneria deviata vero cervello della 'ndrangheta»

È quanto dichiarato dal pentito Villani: «Lo ‘ndranghetista massone ha in mano il vero potere». E tra questi cita Paolo Romeo, Giorgio De Stefano e Mimmo Crea

di Consolato Minniti
18 dicembre 2017
12:27
Paolo Romeo
Paolo Romeo

«La massoneria deviata è il vero cervello della 'ndrangheta». Lo ha detto il pentito Consolato Villani al processo ‘ndrangheta stragista. Secondo Villani «il vero potere ce l'ha lo 'ndranghetista massone. Se sei solo ‘ndranghetista hai un potere a metà». Villani ha fatto alcuni nomi di persone di massimo livello massonico-mafioso. Si tratta di «Paolo Romeo, Giorgio De Stefano e poi alcuni politici come Mimmo Crea».

 


Secondo il pentito solo Romeo e De Stefano erano in grado di aggiustare processi sia a Reggio Calabria che in Cassazione. Fra gli ’ndranghetisti massoni, Villani inserisce anche Rocco Santo Filippone, l'imputato ritenuto mandante degli agguati ai carabinieri. «Filippone ha cresciuto i Piromalli. Era sullo stesso livello di Paolo Romeo e Giorgio De Stefano». ha spiegato Villani al procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo.

 

LEGGI ANCHE:

‘Ndrangheta stragista, il pentito: «Fui io a rivendicare gli attentati. Era una minaccia come le falangi Armate»

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top