Sanità, No a convenzioni onerose: nuova bocciatura del Tar per l'accordo con Agenas

La Regione aveva impugnato il provvedimento del commissario straordinario che prevedeva una spesa di 200mila euro annui a carico del fondo sanitario

2
di Luana  Costa
14 maggio 2018
16:01

È stato scritto questa mattina dai giudici amministrativi un nuovo capitolo sui non proprio idilliaci rapporti tra la Regione Calabria e il commissario straordinario per il rientro dal deficit sanitario, Massimo Scura. La prima sezione del Tar Calabria ha, infatti, in parte annullato un decreto commissariale impugnato dalla Regione Calabria con cui veniva stipulata una convenzione onerosa con Agenas (l'agenzia nzionale per i servizi sanitari regionali) per ottenere supporto nella fase di applicazione dei programmi operativi.

 


Un esborso di 200mila euro annui da far pesare sul fondo sanitario, a cui però la Regione si era opposta in sede amministrativa impugnando il decreto commissariale. Il Tar ha questa mattina disposto l'annullamento del provvedimento proprio nella parte in cui prevede le spese a carico della Regione. Secondo quanto sostenuto nella sentenza, Agenas è un'ente che il ministero ha messo a disposizione delle regioni in piano di rientro per offrire supporto contabile.

 

Luana Costa

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio