Tentata estorsione a un'impresa vibonese, 35enne in carcere

Domenico Tassone aveva lasciato i domiciliari pochi giorni fa. Per gli inquirenti c'è il rischio che inquini le prove a suo carico

6
di Redazione
24 aprile 2020
10:01

Era stato scarcerato dai domiciliari lo scorso 16 aprile dopo esservi stato ristretto perché, assieme ad un'altra persona, ritenuto autore di una tentata estorsione nei confronti di un'impresa del territorio vibonese.

Domenico Tassone, di 35 anni, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno, a Vazzano, in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal gip del Tribunale di Vibo Valentia su richiesta della Procura.

Dopo la scarcerazione, i militari hanno raccolto ulteriori risultanze investigative che hanno permesso di mettere in risalto «l'elevatissimo rischio di recidiva e di inquinamento probatorio del soggetto».
A seguito di quanto emerso il trentacinquenne è stato è stato condotto nella casa circondariale di Vibo Valentia a disposizione dell'autorità giudiziaria.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio