'Ndrangheta, truffa ai danni della Regione. Sette arresti nel Reggino

FOTO-VIDEO-NOMI | Avrebbero conseguito erogazioni in agricoltura per un ammontare di diverse centinaia di migliaia di euro, attestando falsamente lo svolgimento di attività imprenditoriale

129
13 dicembre 2018
06:37

Si è svolta questa mattina un’operazione del Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia reggina, in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare nei confronti di 8 persone, ritenute responsabili di associazione per delinquere e truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche, aggravate dalla finalità di agevolare le consorterie mafiose.

Custodia cautelare in carcere per Teresa Gallico, 70 anni, Carmelo Gallico, 55 anni, Giuseppe Demetrio Gangemi, 49 anni, Domenico Laganà, 47 anni. Agli arresti domiciliari: Domenico Cambareri, 41 anni, Maria Curatola , 64 anni. Pierina Elvira Curatola, 64 anni. Obbligo di firma per Caterina Cicciù, 44 anni.

I Carabinieri hanno accertato che nel periodo 2010-2018 alcuni indagati, appartenenti o contigui a cosche della ndrangheta reggina, hanno beneficiato di contributi economici erogati dall’Agenzia della Regione Calabria per le erogazioni in agricoltura per un ammontare di diverse centinaia di migliaia di euro, attestando falsamente lo svolgimento di attività imprenditoriale e il possesso di requisiti soggettivi previsti per legge. 

Maria Curatola
Maria Curatola
Giuseppe Demetrio Gangemi
Giuseppe Demetrio Gangemi
Elvira Pierina Curatola
Elvira Pierina Curatola
Domenico Cambareri
Domenico Cambareri
Carmelo Gallico
Carmelo Gallico
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio