Vaccini in Calabria, Longo ammette il caos prenotazioni ma dà la colpa agli utenti

Il commissario alla Sanità e la Regione cercano di arginare le migliaia di segnalazioni che giungono al dipartimento Tutela della salute da parte dei calabresi che non riescono a prenotarsi per l'iniezione

889
di E. D. G.
30 marzo 2021
20:08
Guido Longo
Guido Longo

Il commissario alla sanità Guido Longo ammette il caos prenotazioni per i vaccini in Calabria ma dà la colpa agli utenti che non saprebbero compilare correttamente il form online. Così emana una nota “informativa”, ma tra le righe è possibile cogliere tutte le difficoltà che la sanità calabrese - “orfana” di un efficace Sistema informativo sanitario regionale (Sec-Sisr) - sta attraversando.
Così, nel comunicato ufficiale si legge: «Il commissario ad acta della sanità in Calabria Guido Longo, in merito alle modalità di prenotazione del vaccino anti Covid-19, alle segnalazioni e alle richieste di informazioni ricevute nelle ultime ore da parte degli utenti, ha reso noto alcuni chiarimenti in considerazione che sono pervenute numerose richieste alla casella di posta piattaformavaccini@regione.calabria.it. e la maggior parte di esse non risultano rientranti nelle categorie a cui era destinata, ed in molti casi le richieste risultano non essere inviate da soggetti fragili con codice di esenzione tra quelli previsti, tant'è che dalla verifica delle mail pervenute si è constatato che in molti casi gli assistiti erano già abilitati alla prenotazione sul portale di Poste Italiane»
Come LaC News24 ha rivelato, ad oggi migliaia e migliaia di utenti registrano difficoltà nella registrazione poiché non “riconosciuti” dal sistema. L’anagrafica sanitaria regionale non risulta infatti aggiornata proprio a causa dell’inefficacia del sistema informativo digitale.

Nella nota del commissario si dà inoltre comunicazione agli utenti delle seguenti raccomandazioni:


  • prima di inviare le segnalazioni verificare l'effettiva possibilità di prenotare; segnalare solo nel caso in cui la piattaforma di prenotazione dia il seguente messaggio: “Attenzione. I codici inseriti non sono corretti o non corrispondono a persona appartenente a categoria avente priorità nella fase corrente del piano vaccinale. Accertati di non aver commesso errori di inserimento”;
  • per evitare di allungare i tempi di risposta ai pazienti fragili che continuano a riscontrare difficoltà ad accedere alla piattaforma di prenotazione è stata creata una modalità più veloce di segnalazione attraverso un form on line.
  • Inoltre si precisa che tramite mail non è possibile effettuare prenotazioni ma queste possono essere effettuate solo collegandosi alla piattaforma on line all'indirizzo web prenotazioni vaccini covid oppure chiamando il call center dedicato di Poste Italiane, telefonando al numero verde 800.009.966 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18 (escluso sabato e festivi).

Non possono essere richieste prenotazioni o inserimenti per: caregiver, familiari, conviventi di persone fragili ed altre categorie ad eccezione del personale comparto scuola già inserito nelle liste di prenotazione di altre regioni e che si trovano nell'impossibilità di effettuare il vaccino nella regione di servizio; non possono essere fornite informazioni non attinenti alla difficolta di registrazione dei soggetti fragili.
Per quanto riguarda il personale scolastico in servizio fuori regione la richiesta può essere inoltrata tramite un altro form on line.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top